Twitter 'sbugiarda' Trump. E lui si infuria: "Libertà di parola in pericolo"

Il social network ha introdotto questo mese la funzione che consiglia di verificare affermazioni controverse e per la prima volta l'ha utilizzata per un capo di Stato

Anche sul profilo del presidente statunitense Donald Trump ha fatto il suo esordio la nuova funzione anti-fake news di Twitter, il social network che più di tutti durante le ultime elezioni Usa è diventato - volente o nolente - megafono di messaggi politici, attacchi personali e tante notizie approssimative, se non proprio campate in aria. Le nuove etichette anti-bufala di Twitter, introdotte questo mese, danno accesso a informazioni di verifica dei fatti, incoraggiando gli utenti a leggere fonti attendibili che spesso sbugiardano il politico o l’influencer di turno. L’inquilino della Casa Bianca è stato la ‘vittima’ più eccellente della nuova funzione che mai aveva finora toccato un capo di Stato o di governo.

Le accuse di Trump

In un tweet, Trump aveva attaccato la modalità di voto per corrispondenza, accusando che avrebbe portato a “brogli” e “frodi”. “I plichi postali verranno derubati, le schede elettorali saranno falsificate e persino stampate illegalmente o firmate in modo fraudolento”. “Il Governatore della California - si legge ancora nel tweet - sta inviando schede a milioni di persone, a chiunque”.

L'impegno anti-bufala di Twitter

La nuova etichetta di Twitter non dichiara esplicitamente che i tweet contengono fake news, ma indica a chiunque li legga altre notizie e articoli che contraddicono le affermazioni fatte e li invitano a verificarne l'attendibilità. Con questa mossa il social network preferito da politici e giornalisti prova ad affrontare le accuse di non aver fatto nulla per reprimere le notizie false e non verificate che circolano su Twitter, a partire da quelle diramate direttamente dalla Casa Bianca. Trump negli ultimi giorni ha pubblicato una raffica di tweet infondati su notizie accertate e che alimentano le paure di brogli e una serie di teorie cospirative sulla morte di un collaboratore del canale televisivo MSNBC.

La dura reazione di Trump

"Twitter sta interferendo nelle elezioni presidenziali. Dicono che la mia dichiarazione sul voto per posta non è corretta, basandosi sul fact-checking delle Fake News della Cnn e del Washington Post. Twitter sta completamente sopprimendo la libertà di parola e io, come presidente, non lo consentirò", ha tuonato il presidente statunitense. Il social network ha annunciato questo mese che sta espandendo la sua politica di ‘etichettatura’ dei tweet per includere post relativi al Covid-19 che includano “dichiarazioni o asserzioni che sono state definite false o fuorvianti da esperti in materia”. La società ha affermato dallo scorso anno che avrebbe iniziato a etichettare i tweet da leader globali in contrasto con i principi di accuratezza delle informazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento