Tra gli italiani e la Pubblica amministrazione non c'è internet: siamo gli ultimi nella Ue

Uno studio della Commissione europea rileva che solo il 19% dei cittadini italiani usa internet per relazionarsi con la P.A. Male anche le competenze digitali e la connettività. Si salvano l'accesso ai dati e la digitalizzazione del settore privato.

© European Union , 2017

Tra il cittadino italiano e l'amministrazione pubblica oltre a non esserci molto feeling non c'è nemmeno molto internet. Solo il 19% dei cittadini italiani utilizza infatti servizi online per sottoporre richieste e documentazioni alle autorità amministrative pubbliche, il valore più basso di tutta la Ue. A dirlo è la XIV edizione del Benchmark Measurement of European eGovernment Service promosso dalla Commissione europea e presentato oggi, un rapporto che analizza la qualità e la quantità dei servizi digitali all'interno delle pubbliche amministrazioni europee.

Italia, un e-Gov non consolidato

Il livello generale di 'digitalizzazione' dell'Italia, prosegue sempre lo studio, non è poi malissimo, attestandosi a un livello medio-basso, pari al 61%, ma comunque vicino alla media Ue, che è del 65%. Per questo, sottolinea la Commissione, il Paese fa parte di uno "scenario e-Gov non consolidato", relativo agli Stati che non stanno sfruttando adeguatamente le opportunità offerte dall'Ict, l'Information and communications technology.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati per settore

In termini di "indicatori relativi" l'Italia è più o meno in linea con la media Ue per quanto riguarda l'apertura di dati e informazioni, il 60% contro il 59% della Ue, e la digitalizzazione del settore privato, 30% contro 35% Ue, mentre tutti gli altri indicatori sono decisamente più bassi dei valori medi europei. l'Italia segue l'Europa per competenze digitali, 38% contro 51%, uso dell'Ict, 34% Italia e 48% Ue, e connettività, 44% Italia rispetto al 60% Ue. Per gli utenti italiani, conclude la Commissione, ci sono ampi margini di crescita nelle competenze digitali e nell'uso regolare di internet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento