rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Europa

Torna l'emergenza Covid in 4 Paesi Ue: "Ci mancano le bare"

Dalla Bulgaria alla Romania, è record di vittime dall'inizio della pandemia. Preoccupa l'aumento dei contagi anche in Polonia, Cechia e Slovacchia

Dalla Romania alla Bulgaria, passando per la regione baltica: sono almeno 4 i Paesi Ue dove il Covid-19 è tornato a essere un'emergenza. Contagi e morti in netto aumento e ospedali sotto pressione. La Lettonia è tornata in lockdown, mentre la Bulgaria, dove le vaccinazioni sono ferme al 23% della popolazione adulta, il governo ha decreto l'obbligo del Green pass. 

Una delle situazioni più preoccupanti è in Romania. Anche qui il tasso di vaccinazione è estremamente basso: il 36% della popolazione adulta. Lunedì i morti per Covid sono stati 574 (su 19 milioni di abitanti), un livello record per il Paese dall'inizio della pandemia. Diversi ospedali hanno dovuto rinviare le operazioni non urgenti e fanno fatica ad accogliere i malati dei reparti Covid. Sebastian Cocos, presidente di un'associazione romena di pompe funebri, ha riferito alla Reuters che le imprese cominciano a fare fatica a reperire le bare: "Ci sono state famiglie che hanno seppellito fino a quattro persone in due settimane, e non è facile", dice.

Anche la Bulgaria fa registrare un picco nei decessi: l'ultimo bollettino parla di 214 morti in un giorno (su 7 milioni di abitanti), anche questo un record negativo da inizio pandemia. Si tratta del tasso di mortalità più alto Il governo punta il dito contro la resistenza della popolazione alla vaccinazione e per questo ha deciso di rendere obbligatorio il Green pass per l'accesso a ristoranti, teatri, cinema, sale da concerto, palestre, club e centri commerciali. Anche la Lituania sta facendo i conti con un aumento preoccupante dei morti, nonostante il tasso di vaccinazione sia nella media Ue. La vicina Lettonia ha imposto un lockdown di 4 settimane, primo Paese Ue a decretare di nuovo questo tipo di restrizioni.  

C'è poi un gruppo di Stati Ue dove si è ancora in una situazione di emergenza, ma l'aumento dei contagi preoccupa. In Repubblica ceca e Slovacchia i nuovi casi giornalieri sono ai livelli del marzo scorso. In Polonia l'ultimo bollettino segnala oltre 5.000 nuovi casi giornalieri per la prima volta da maggio. Dei nuovi casi confermati mercoledì, la maggior parte - 1.249 - si trovava nella provincia orientale di Lubelskie, che ha uno dei tassi di vaccinazione più bassi del Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna l'emergenza Covid in 4 Paesi Ue: "Ci mancano le bare"

Today è in caricamento