Primo via libera del Parlamento Ue alla riforma delle tlc, più investimenti nel 5G

Approvato in commissione Industria il testo già concordato con il Consiglio. Supporto ai modelli innovativi, in particolare quello dei cosiddetti operatori non verticalmente integrati 'wholesale-only'

© European Union - Source : EP

Il Parlamento di Bruxelles ha dato un primo via libera alla riforma Ue del settore delle telecomunicazioni, che incentiva gli investimenti nel 5G puntando soprattutto sul modello degli operatori specializzati in infrastrutture ('wholesale only'). La commissione Industria ha approvato a larga maggioranza (56 voti a favore, 2 contro e 4 astensioni) il nuovo Codice europeo delle comunicazioni elettroniche, su cui Commissione, Consiglio e lo stesso Parlamento Ue avevano già raggiunto un'intesa politica lo scorso 5 giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il testo così approvato dovrà ora ricevere l'ok finale in plenaria e dai Ventotto per poter poi entrare in vigore entro la fine dell'anno. Le nuove regole hanno lo scopo di incentivare lo sviluppo di reti ad altissima velocità in fibra ottica nonché i modelli innovativi di investimento, in particolare quello dei cosiddetti operatori non verticalmente integrati ('wholesale-only'). Il Codice prevede per questi ultimi, specializzati in infrastrutture di connettività come per esempio in Italia Open Fiber, un regime differenziato e più favorevole rispetto agli operatori tlc tradizionali sia proprietari della rete che fornitori di servizi agli utenti finali. L'obiettivo è garantire gli investimenti necessari per fornire la banda larga ad altissima velocità ad altri operatori. Nel testo finale approvato dalla commissione Industria viene inoltre confermato che gli operatori 'wholesale only' mantengono la loro qualifica e i relativi benefici regolamentari anche quando vendono i loro servizi all'utenza business e alla pubblica amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Dal punto di vista economico la strategia dell'immunità di gregge in Svezia ha pagato

  • In Francia mascherine anche all'aperto, i medici: "Assurdo per chi fa jogging"

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Oltre mille nuovi casi al giorno in Germania, mai così tanti da maggio

  • I medici tedeschi: "In Germania siamo già in una seconda ondata di coronavirus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento