rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Il blitz

App di incontri e gruppi Facebook: così i trafficanti di esseri umani adescano le donne ucraine

L’Europol ha identificato varie reti di malviventi grazie a un 'hackathon', una squadra di esperti messa insieme per lavorare su un caso

C'è un lato oscuro nei social network e nelle app di incontri. Strumenti innocenti, alla portata di tutti, che ogni giorno vengono utilizzati da milioni di utenti. Tra loro, anche chi ha scelto di servirsi di queste piattaforme per adescare persone, spesso donne e bambini, che poi vengono sfruttate a livello sessuale o lavorativo. Un metodo che sta puntando soprattutto sulle donne ucraine in fuga dalla guerra. L’Europol, con l’aiuto delle autorità di 20 Paesi europei ha identificato varie reti di trafficanti di esseri umani. L’operazione, coordinata dai Paesi Bassi ha preso di mira le reti criminali che utilizzano siti web e social network per reclutare vittime e ha coinvolto le autorità di 20 Paesi europei.

Durante l’operazione sono state monitorate 114 piattaforme, di cui 30 relative a rifugiati ucraini vulnerabili; sono state controllate 53 piattaforme online sospettate di essere collegate al traffico di esseri umani, di cui 10 collegate a rifugiati ucraini vulnerabili; inoltre sono state scovate cinque piattaforme online direttamente collegate al traffico di esseri umani, di cui quattro erano collegate allo sfruttamento sessuale dei minori sul dark web. In totale, sono stati identificati 11 sospetti e 45 possibili vittime, 25 delle quali di nazionalità ucraina. Sebbene le azioni si siano concentrate principalmente sul traffico di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale, gli agenti hanno anche cercato piste per identificare altre forme di sfruttamento, tra cui lo sfruttamento lavorativo.

Gli investigatori sono riusciti a esplorare un'ampia gamma di siti web e altre piattaforme online per il traffico di esseri umani e altre attività criminali. Queste piattaforme includono social media, piattaforme di incontri, piattaforme pubblicitarie e di aiuto, forum e applicazioni di messaggistica.

Gli investigatori hanno anche controllato le piattaforme del dark web in relazione al traffico di esseri umani e allo sfruttamento sessuale dei minori online. L’operazione è quella che in gergo tecnico viene definita di “hackathon”. In breve, è quando un gruppo di esperti si riunisce e si concentra sulla ricerca di modi per risolvere, o indagare, lo stesso problema in un tempo limitato.

La giornata d'azione ha riunito 85 esperti di diverse autorità europee presso l'Accademia di polizia olandese di Apeldoorn. I partecipanti si sono concentrati sulla lotta alle reti criminali che utilizzano i social media, il surface web e il dark web per condurre il traffico di esseri umani.

Rispetto ad altre aree criminali, come il traffico di droga o di armi, è più difficile identificare gli indicatori del traffico di esseri umani in un ambiente online. La giornata di azione congiunta ha permesso di raccogliere informazioni criminali per determinare questi indicatori nell'ambito della lotta contro le reti criminali che utilizzano l'ambiente online per sfruttare le persone più vulnerabili. In particolare, gli investigatori si sono concentrati i trafficanti di esseri umani che tentano di adescare i rifugiati ucraini.

Internet e il traffico di esseri umani sono interconnessi. Molte piattaforme di social media, app di incontri e gruppi privati online vengono "sfruttati" da individui coinvolti in questo tipo di attività illecita. Questi individui cercano di ingannare le forze dell'ordine e di evitare di essere scoperti. Gli sforzi congiunti delle forze dell'ordine nel monitorare le piattaforme che possono offrire servizi sessuali, il reclutamento e l'accoglienza o il trasporto delle vittime aumentano il quadro di intelligence. La cooperazione internazionale, lo scambio di conoscenze, competenze e tecnologie sono serviti a delineare meglio questo panorama criminale e a condurre nuove indagini. Europol ha sostenuto il coordinamento delle attività operative, facilitato lo scambio di informazioni e fornito supporto analitico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

App di incontri e gruppi Facebook: così i trafficanti di esseri umani adescano le donne ucraine

Today è in caricamento