Tap, dalla Bei 1,5 miliardi. M5s: “Frode ai danni dei cittadini”

La Banca europea degli investimenti ha dato il via libera al finanziamento per il gasdotto. Critica l'eurodeputata D'Amato: “Si usano risorse dei contribuenti italiani e Ue per un'opera inutile e dannosa”

ANSA/CLAUDIO LONGO

Via libera del board della Banca europea per gli investimenti a un finanziamento di 1,5 miliardi di euro per il Tap, il gasdotto che attraversa la Grecia settentrionale, l'Albania e il mare Adriatico prima di approdare in Puglia e collegarsi alla rete italiana del gas naturale. Lo ha reso noto la stessa Bei. 

Il progetto fa parte del Southern Gas Corridor, un'iniziativa identificata dal Consiglio, dalla Commissione europea e dal Parlamento europeo come componente strategicamente importante della politica energetica dell'Ue e considerato progetto di interesse comune. La Banca europea per gli investimenti ha approvato oggi un totale di 6,5 miliardi di euro di nuovi finanziamenti per 36 progetti nei settori dei trasporti, dell'energia e delle infrastrutture in 17 paesi dell'Unione europea e per programmi in Africa, Asia e America latina.

Protesta M5s

Ma in Italia, è soprattutto il prestito agevolato per Tap che ha scatenato la polemica. Per l'eurodeputata pugliese del Movimento 5 Stelle, Rosa D'Amato, “si usano risorse dei contribuenti italiani ed europei per finanziare un'opera inutile e dannosa”. Il Tap, continua la parlamentare, “non serve al nostro paese, perché non comporterà alcun vantaggio dal punto di vista energetico, e avrà il solo effetto di distruggere praterie di Posidonia, che è a rischio ed è vitale per i nostri mari, e l'economia di un intero territorio che vive di turismo”. Ma non solo: “Il Tap presenta diverse problematiche sul fronte della sicurezza”, aggiunge. Per queste ragioni, D'Amato ha presentato un'interrogazione alla Commissione Ue chiedendo una valutazione complessiva sugli impatti ambientale e sociali dell'opera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento