rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Sciopero generale / Francia

"Tagliare l'elettricità a parlamentari e miliardari": la minaccia del sindacato

Clima incandescente in Francia alla vigilia dello sciopero generale contro l'innalzamento dell'età pensionabile e per chiedere più tutele contro il carovita

Privare i ricchi dell'elettricità per costringerli a mettersi nei panni della gente che non riesce a pagare le bollette. La minaccia arrivata a poche ore dallo sciopero generale in Francia dai vertici della Cgt, il secondo sindacato transalpino per numero di iscritti, ha fatto saltare sulla sedia il governo di Parigi che ha definito "inaccettabili" le parole dei rappresentanti dei lavoratori. L'episodio dimostra quanto sia diventato incandescente il clima sociale nel Paese da quando Emmanuel Macron ha proposto l'innalzamento dell'età pensionabile da 62 a 64 anni. 

Pensione a 64 anni: in Francia sinistra e destra unite contro Macron

La mobilitazione

Una proposta che ha compattato il fronte sindacale rimasto diviso nell'ultimo decennio e che, forte dei sondaggi che stimano una stragrande maggioranza dei lavoratori contraria alla riforma, adesso mira a riversare sulla strade la rabbia dei suoi iscritti. Allo sciopero generale, convocato per domani, si prevede che parteciperanno in massa i dipendenti dei settori dei trasporti, dell'istruzione e dell'energia, con manifestazioni in tutto il Paese, a partire da Parigi, per dire no all'innalzamento dell'età pensionabile e per chiedere nuove misure per alleviare l'impatto dell'inflazione su lavoratori e famiglie. 

La minaccia

"Suggerisco ai lavoratori di andare a vedere le belle proprietà, i bei castelli dei miliardari", ha detto ai microfoni del canale France 2 Philippe Martinez, leader della Cgt. "Sarebbe bello se tagliassimo loro l'elettricità in modo che possano mettersi, per qualche giorno, nei panni dei francesi che non possono permettersi di pagare le bollette", ha aggiunto il segretario generale del secondo sindacato francese. Nei giorni scorsi anche Sebastien Menesplier, responsabile della Cgt del settore energia e miniere, ha minacciato di tagliare l'elettricità agli uffici dei parlamentari.

Polizia in piazza

L'azione dimostrativa, per il momento solo minacciata, ha fatto andare su tutte le furie il governo di Parigi il cui portavoce Olivier Veran, ha definito "inaccettabili" le parole dei due sindacalisti. Nel frattempo, il ministro dell'Interno Gerald Darmanin ha annunciato in tutto il Paese verranno schierati oltre 10mila agenti di polizia in occasione delle manifestazioni. Un terzo di questi verranno mobilitati a Parigi, dove le autorità si aspettano circa mille persone potenzialmente violente appartenenti all'estrema sinistra o al movimento dei Gilet gialli, secondo quanto riferito dalla radio Rtl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tagliare l'elettricità a parlamentari e miliardari": la minaccia del sindacato

Today è in caricamento