Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

La Svizzera vuole vietare il burqa con un referendum

I cittadini saranno chiamati a esprimersi sulla proposta della destra populista, ma il governo chiede di votare no: "È il modo sbagliato per affrontare problemi di integrazione"

Foto Ansa EPA/YAHYA ARHAB

La Svizzera potrebbe presto vietare il burqa e il niqab. Tra meno di tre settimane, il sette marzo, i cittadini della confederazione saranno chiamati ad esprimersi in un referendum che chiede di proibire il velo integrale simbolo dell'islam. La proposta arriva dall'Unione Democratica di Centro, partito di destra populista che già nel 2009 promosse un referendum, poi vinto, per proibire la costruzione di nuovi minareti.

Il governo contrario

Il governo, però, sta esortando i cittadini a respingere l'iniziativa che sarebbe molto controversa e allo stesso tempo di interesse relativo in quanto l'utilizzo del velo, e soprattutto di quello integrale, "è un fenomeno marginale in Svizzera", che riguarda principalmente turisti. Come riporta Aljazeera, Montreux e altre destinazioni intorno al Lago di Ginevra, così come Interlaken nella Svizzera centrale, attirano tradizionalmente molti turisti musulmani, principalmente dai ricchi Stati arabi del Golfo, e lì spesso si vedono donne velate, ma per il resto la cosa è piuttosto rata. Il Consiglio federale e il Parlamento hanno chiesto a cittadini di rigettare l'iniziativa non solo per il grave impatto che il provvedimento avrebbe sull'industria del turismo del Paese, ma anche perché, secondo l'esecutivo, “non si prevede che un divieto del genere a livello nazionale migliori la sicurezza” né che “rafforzi la posizione delle donne che lo indossano". Per il governo "i problemi di integrazione possono essere affrontati con gli strumenti esistenti”, mentre un divieto del genere “è il modo sbagliato per farlo", si legge in una nota.

La mediazione

Per rispondere alle preoccupazioni sulla sicurezza il governo ha proposto di introdurre un obbligo per legge, per tutte le cittadine che potrebbero andare in giro con un burqa, di scoprire il viso per farsi identificare quando entrano negli uffici o sui mezzi pubblici. Chi si dovesse rifiutare di mostrare il proprio volto verrebbe punito con una multa. Secondo le statistiche ufficiali i musulmani in Svizzera rappresentano il 5% circa degli 8,6 milioni di abitanti e già i cantoni svizzeri di San Gallo e del Ticino hanno vietato il velo integrale con delle votazioni regionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Svizzera vuole vietare il burqa con un referendum

Today è in caricamento