rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Le nuove regole

La patente speciale per guidare i Suv (e solo dopo i 21 anni)

Il Parlamento europeo vuole riformare le licenze di guida. E introdurre un sistema a punti valido in tutta l'Ue

Una patente ad hoc e solo a partire dai 21 anni per chi intende guidare un suv. È quanto prevede la bozza di legge in discussione al Parlamento europeo che intende riformare le regole europee sulle patenti di guida. La proposta prende di mira le auto di grossa cilindrata, osteggiate dagli ambientalisti per le loro emissioni e considerate un pericolo per l'incolumità di pedoni, ciclisti e altri autisti dalle organizzazioni che si battono per la sicurezza stradale.

La proposta, curata dall'eurodeputata verde Karima Delli, parte da alcune premesse. I suv "non solo occupano più spazio e sono meno efficienti dal punto di vista energetico in termini di sicurezza stradale", dice Delli a Politico, ma "sono più soggetti a collisioni rispetto alle autovetture leggere, con conseguenze molto più gravi". La patente B attualmente necessaria per guidare auto e furgoni "non è del tutto adatta alle autovetture più pesanti", spiega ancora. Da qui l'idea di introdurre una patente ad hoc (B+) per auto e furgoni di peso superiore alle 1,8 tonnellate. Per ottenere questa patente, inoltre, bisognerà affrontare due anni di prova e potrà essere rilasciata solo a chi ha compiuto i 21 anni. 

Se la proposta dovesse diventare legge, chi già oggi possiede un suv dovrebbe tornare a scuola giuda e aggiornare la patente. Nella bozza del Parlamento europeo, poi, è prevista anche l'introduzione di un sistema a punti europeo sul modello di quanto avviene in Italia. Con un sistema europeo, le infrazioni commesse da un cittadino con la patente italiana in un altro Paese Ue, per esempio, verrebbero conteggiate ai fini delle penalità nel punteggio. 

Continua a leggere su Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La patente speciale per guidare i Suv (e solo dopo i 21 anni)

Today è in caricamento