rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
La strage / Danimarca

Strage a Copenaghen, il killer sui social: "Farmaco antidepressivo non funziona"

Il giorno prima dell'attacco, l'uomo aveva postato dei video in cui mostrava una pistola e un fucile, che si pensa abbia usato per la sparatoria

L'uomo che domenica ha aperto il fuoco all'interno di un centro commerciale danese - uccidendo tre persone e ferendone quattro in modo grave - ha probabilmente scelto le sue vittime a caso e ha agito da solo. Le autorità tendono a escludere la matrice terroristica, e sottolineano i problemi psichiatrici di cui soffrirebbe l'omicida, che è stato arrestato e recluso per il momento in un manicomio.

Le forze dell’ordine hanno dichiarato che il sospetto, di 22 anni, era noto ai servizi di salute mentale. Il giorno prima dell'attacco, l'uomo aveva postato sui social media dei video in cui mostrava una pistola e un fucile, che si pensa abbia usato per la sparatoria, puntandosi la canna alla testa. Ha caricato su YouTube diverse playlist intitolate "Musica assassina" e "L'ultima cosa da ascoltare", scrivendo sotto che "la quetiapina non funziona". La quetiapina è un potente farmaco antipsicotico utilizzato per il trattamento della schizofrenia, del disturbo bipolare e della depressione maggiore. Può anche essere usata per trattare la tossicodipendenza. Gli account YouTube e Instagram che si ritiene appartengano al sospetto sono stati chiusi durante la notte, ha osservato l'Afp.

La sparatoria è avvenuta domenica pomeriggio nel frequentatissimo centro commerciale Fields, situato tra il centro città e l'aeroporto di Copenaghen. Le vittime sono un 47enne di nazionalità russa che viveva a Demark e due 17enni danesi, un maschio e una femmina, ha rivelato oggi la polizia.

Altre quattro persone sono ora in condizioni critiche in ospedale: Due danesi - entrambi donne, una di 40 e l'altra di 19 anni - e due cittadini svedesi - un uomo di 50 e una donna di 16 anni. Secondo la polizia, il tiratore era armato di un fucile, una pistola e un coltello e, sebbene le armi non fossero ritenute illegali, il sospetto non aveva la licenza per usarle. L'udienza è prevista per oggi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage a Copenaghen, il killer sui social: "Farmaco antidepressivo non funziona"

Today è in caricamento