Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Da Star Trek alla Brexit: Patrick Stewart scende in campo contro l'uscita dall'Ue

L'attore, protagonista anche della saga di X-Men, è il testimonial della campagna "The People's Vote", lanciata da un fronte trasversale di politici britannici per chiedere un nuovo referendum

EPA/RITCHIE B. TONGO

Da Star Trek e X-Men alla battaglia contro la Brexit. C'era anche l'attore Patrick Stewart al lancio della campagna "The People's Vote", nata per ottenere un nuovo referendum sull'accordo per l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea, meglio ancora con un risultato che ribalti il voto di 2 anni fa. A lanciare l'iniziativa un fronte politico trasversale: da alcuni esponenti del partito conservatore di Theresa May all'opposizione laburista, dal Partito liberaldemocratico ai Verdi. 

Secondo Stewart, i suoi personaggi (il capitano Jean-Luc Picard di Star Trek e il professore di X-Men Charles Xavier) avrebbero senza dubbio votato per restare nell'Unione europea: "Sono persone che credono nell'interesse comune, che hanno sempre avuto a cuore i bisogni di tutti, non solo di pochi. Questo è il motivo per cui appoggio questa campagna", ha detto durante il lancio dell'evento a Camden, Londra.

La Brexit non è inevitabile

La campagna per fermare la Brexit parte dal presupposto che non possano essere solo i membri del Parlamento britannico ad avere l'ultima voce sull'uscita del Regno Unito dall'Ue: "La Brexit interesserà tutti nel paese, motivo per cui non dovrebbe essere una scela esclusiva di 650 politici, ma di 65 milioni di persone", dicono i promotori dell'iniziativa. Il referendum proposto nonr riguarda la Brexit in se stessa, ma l'accordo finale con l'Ue. Negli ultimi mesi, i sondaggi hanno segnalato un sostegno crescente dell'opinione pubblica britannica a restare nell'Unione eueopea, ma non c'è comunaue un'inversione radicale rispetto al risultato del referendum del 2016.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EuropaToday è in caricamento