menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
EPA/JEON HEON-KYUN

EPA/JEON HEON-KYUN

Troppo lavoro in ufficio: il governo decide di spegnere i pc per legge

Succede in Corea del Sud, dove gli impiegati lavorano mille ore in più che negli altri paesi sviluppati. E cosi' Seul ha deciso di obbligarli a uscire dall'ufficio il venerdì sera entro le 20. Bloccando l'accesso ai computer

Se noi siamo abituati ai capi che fanno attenzione che i loro dipendenti non se ne vadano a casa prima del tempo, in Corea del sud a quanto pare hanno il problema opposto. Gli impiegati lavorano troppo, anche dopo l'orario di ufficio, e finiscono per tornare a casa sempre troppo tardi accumulando stress. Per risolvere questo problema è dovuto entrare addirittura in azione il governo della capitale, Seul, che ha proposto una legge per obbligare i dipendenti ad andare a casa in orario, nello specifico il venerdì.

I funzionari pubblici lavorano più di 10 ore al giorno

Grazie a questo provvedimento tutte le aziende dovranno assicurare che l'ultimo giorno lavorativo della settimana i computer si spegneranno categoricamente a una certa ora, obbligando così i cittadini ad andarsi a godere il weekend. Il Paese registra un monte ore lavorative tra i più alti al mondo, i funzionari governativi lavorano in media 2.739 ore ogni anno, circa mille ore più dei lavoratori di altri Paesi sviluppati. Dei veri e propri stacanovisti: circa 10 ore e mezza al giorno.

Stop alle 8 di sera

Il nuovo programma entrerà in vigore in maniera graduale nei prossimi tre mesi, con venerdì 30 marzo che sarà il primo giorno in cui in una parte degli uffici alle 8 di sera si spegneranno automaticamente. La seconda fase è prevista ad aprile, quando due venerdì su quattro (il giorno 13 e 27) i pc si fermeranno alle 19.30. A maggio, infine, il programma sarà in pieno regime, con i computer spenti ogni venerdì alle 19 in punto. E poi tutti al pub a divertirsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento