rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
La polemica / Polonia

Spogliata e picchiata in chiesa davanti agli studenti: "Così spieghiamo il peccato"

La performance ha suscitato lo sdegno dei genitori che, viste le immagini sui social, hanno protestato con gli insegnanti. In platea anche ragazzi sotto assistenza psicologica

Una donna maltrattata, insultata e richiusa in una gabbia davanti a una platea di ragazzini in una chiesa. È bufera in Polonia dopo che sono finite sui social le immagini di uno spettacolo teatrale durante un ritiro religioso di studenti delle superiori. La scena in questione, intesa a mostrare i pericoli del peccato, ha "varcato il confine", persino secondo il sacerdote incaricato di sovrintendere al ritiro.

Nel video della performance mostrata agli adolescenti si riconosce una donna in mutande. Viene chiamata "tr**a" e "pu***na", maltrattata fisicamente e rinchiusa in una gabbia. La rappresentazione, come riportato dalla testata Notes from Poland è avvenuta in una chiesa nella città polacca di Torun, come parte di un ritiro religioso. 

Altri video mostrano che l'attore protagonista, un uomo che rinchiude la donna in gabbia mentre la picchia e la insulta, simula uno stato di ebbrezza con una bottiglia in mano. Secondo il sacerdote organizzatore del ritiro, Mariusz Piotr Wojnowski, direttore del dipartimento di catechesi della diocesi di Torun, "lo scopo di questa scena era mostrare che il peccato può portare a molte schiavitù nella vita di tutti i giorni".

L'episodio ha suscitato lo sdegno dei genitori che si sono interrogati sul perché nessuno abbia sollecitato un'immediata risposta da parte degli insegnanti presenti in chiesa. Una ong ha anche annunciato l'intenzione di portare ai pubblici ministeri le scene di violenza a sfondo sessuale mostrate ai minori.

In Polonia negato l'aborto a una 14enne disabile vittima di stupro

Il pubblico comprendeva studenti di 14 e 15 anni e persino ragazzi che erano sotto assistenza psicologica per vari motivi, hanno riportato i media locali. Il sacerdote responsabile del ritiro, dopo aver presentato le sue scuse ai partecipanti e alla diocesi, ha annunciato che non lavorerà più con il gruppo che ha organizzato l'evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spogliata e picchiata in chiesa davanti agli studenti: "Così spieghiamo il peccato"

Today è in caricamento