rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
La proroga / Spagna

In Spagna treni gratuiti per i pendolari anche per tutto il 2023

Il governo guidato dal socialista da Pedro Sanchez ha deciso di prorogare la misura pensata per aiutare i cittadini a far fronte alla crisi

In Spagna, gli abbonamenti ai treni locali nelle grandi città e a media percorrenza rimarranno gratis per tutto il 2023: è quanto deciso dal governo spagnolo, che punta a prorogare una misura già entrata in vigore il primo settembre e al momento valida fino al 31 dicembre.

L'annuncio è arrivato dalla ministra del Tesoro, María Jesús Montero, in una conferenza stampa in cui ha presentato la proposta di legge di bilancio per l'anno prossimo. Montero ha spiegato che, oltre a estendere la misura, la renderà una politica strutturale per monitorarne l'impatto. Il bilancio includerà uno stanziamento di 700 milioni di euro per il Ministero dei Trasporti, della Mobilità e dell'Agenda urbana, che rappresenterà un aumento del 41,2% rispetto allo scorso anno.

Montero ha spiegato che l'estensione delle carte di viaggio gratuite è dovuta al fatto che rendere i trasporti più economici è diventata "una politica strutturale del governo per il prossimo anno", motivo per cui si analizzerà anche la sua continuità negli anni successivi. "Il nostro obiettivo è quello di dare sollievo alle famiglie, soprattutto a quelle a basso reddito che utilizzano i trasporti pubblici, e soprattutto di contribuire all'autonomia energetica della Spagna e dell'Europa", ha aggiunto. Il ministero si occuppera di valutare l'evoluzione dell'inquinamento, delle emissioni e di altri indicatori ambientali durante l'applicazione di questintervento che mira a contribuire all'autonomia strategica della Spagna e dell'Unione Europea, e si prevede di rivalutarla nel dicembre 2023.

Il premier Pedro Sánchez e il suo governo avevano lanciato il provvedimento in estate, come parte di un pacchetto volto ad attutire l'elevata inflazione, risparmiare energia ed incentivare i trasporti pubblici. La decisione di sovvenzionare il prezzo dei biglietti Renfe è stata pensata soprattutto per aiutare i giovani studenti e i lavoratori che utilizzano quotidianamente questo mezzo di trasporto.

Attualmente sono già stati emessi 1,5 milioni di abbonamenti di questo tipo, secondo la società responsabile del traffico di passeggeri sulle ferrovie spagnole, Renfe. La misura ha avuto particolare successo in Catalogna, dove il 13% della popolazione attiva li ha acquistati, rispetto all'11% della regione di Madrid.

Il Ministro delle Finanze non ha chiarito se anche lo sconto del 30% applicato dal governo centrale agli abbonamenti per il trasporto pubblico urbano (autobus, metro e tram) sarà esteso dal primo gennaio. In città come Barcellona, Bilbao, Madrid e Palma di Maiorca, i consigli comunali hanno portato lo sconto al 50%; a Malaga, al 40%.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Spagna treni gratuiti per i pendolari anche per tutto il 2023

Today è in caricamento