Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Brevetti sui vaccini sospesi, ecco i partiti italiani che si sono opposti in Europa (prima della giravolta di Biden)

La larga maggioranza dell'Aula ha votato contro o si è astenuta. Unici a sostenere la proposta sono stati M5s, Pd e la delegazione dei Verdi

Il tema della sospensione temporanea dei brevetti sui vaccini è tornato d’attualità dopo che l’amministrazione statunitense si è detta favorevole alla misura che permetterebbe alle case farmaceutiche che non hanno sviluppato il vaccino di produrlo su larga scala. Dopo la svolta di Washington - che fino a pochi mesi fa, assieme all’Europa, si opponeva alla sospensione dei diritti di proprietà intellettuale - molti Paesi del Vecchio Continente sono andati dietro “all’idea di Joe Biden”, che in sostanza ripropone la richiesta già avanzata e bocciata dal Wto, l’Organizzazione mondiale del commercio. A bocciare la sospensione dei brevetti è stato anche il Parlamento europeo, lo scorso 28 aprile, con il voto su un emendamento presentato dal gruppo della Sinistra. 

L'emendamento bocciato

“L'Unione dovrebbe sostenere l'iniziativa presentata da India e Sudafrica in sede Wto, che prevede un'esenzione temporanea sui diritti di proprietà intellettuale per vaccini e trattamenti contro il Covid-19 e le aziende farmaceutiche dovrebbero condividere conoscenze e dati”. Così recitava la proposta degli europarlamentari dell’estrema sinistra dell’emiciclo. Ma l’emendamento è stato bocciato dalla larga maggioranza dell’Aula. I voti a favore sono stati solo 162, i contrari 450 e 82 deputati si sono astenuti. 

Come hanno votato gli italiani

L’elenco nominale della votazione parla chiaro: i quattro principali partiti del Parlamento europeo si sono espressi contro la proposta. All’interno del Partito popolare europeo, primo gruppo dell’Eurocamera, hanno votato contro tutti i parlamentari di Forza Italia presenti in Aula. La maggioranza dei Socialisti e Democratici ha votato contro la proposta di sospensione dei brevetti, ma gli italiani del Partito democratico si sono espressi in dissenso col resto del gruppo e hanno votato a favore. Tra i liberali di Renew Europe, ha votato contro Nicola Danti di Italia Viva così come il suo collega di partito Ue Sandro Gozi, eletto in Francia nelle liste del partito di Emmanuel Macron. I parlamentari della Lega si sono astenuti, ma il resto del gruppo Identità e Democrazia ha votato contro la proposta. Situazione simile nel gruppo dei Conservatori e Riformisti con l’astensione degli eurodeputati di Fratelli d’Italia. Hanno invece votato in massa a favore dell’emendamento gli eurodeputati dei Verdi - compresi i quattro esponenti italiani del gruppo - del Movimento 5 stelle e della Sinistra, gruppo parlamentare di cui non fa parte neanche un italiano. 

favorevoli-2

contrari-3

astenuti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brevetti sui vaccini sospesi, ecco i partiti italiani che si sono opposti in Europa (prima della giravolta di Biden)

EuropaToday è in caricamento