rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Covid-19

Slovacchia in semi-lockdown dopo il record di nuovi contagi: "Solo il vaccino ci può aiutare"

Soltanto la metà della popolazione ha ricevuto entrambe le dosi e i casi sono in forte aumento. Chiusi hotel, bar e ristoranti, mascherine anche all'esterno e massimo di 100 persone agli eventi

La nuova ondata di contagi da coronavirus spaventa la Slovacchia che ha esteso le restrizioni al coronavirus imponendo un semi-lockdown in quasi la metà del Paese, disponendo la chiusura di hotel, bar e ristoranti, con i pasti che potranno essere acquistati solo per l'asporto. Le mascherine sono state rese obbligatorie sia al chiuso che all'aperto e il numero massimo di persone ammesse a concerti ed eventi portato a 100, ma devono aver ricevuto entrambe le dosi. Le misure interesseranno 36 delle 79 contee dellla nazione, con cinque contee che avevano imposto le misure già tre tre settimane fa e altre cinque una settimana dopo.

Appello a vaccinarsi

Il governo dovrebbe discutere ulteriori misure mentre e ha esortato gli slovacchi a fare l'iniezione. "Solo la vaccinazione può aiutarci a superare la pandemia", ha affermato il ministro della Salute, Vladimir Lengvarsky. La Slovacchia, che ha una popolazione di quasi 5,5 milioni di persone, è uno dei paesi dell'Unione europea più colpiti dalla pandemia. Ha registrato circa 457.431 casi e 12.917 decessi. Le infezioni quotidiane hanno stabilito tre nuovi record nella scorsa settimana, con il più recente di 6.805 casi stabilito giovedì scorso. L'ultimo bollettino parla di 4.958 nuovi contagi e 45 morti, mentre i ricoverati sono attualmente 2.405, di cui l'81 per cento sono non vaccinati o vaccinati con una sola dose, e in terapia intensiva ci sono 229 persone e 214 necessitano di un respiratore.

Servono decisioni più forti

"Le persone non osservano le misure" e pertanto servono "decisioni più forti in termini di ottemperanza" alle norme, ha detto ieri il premier Eduard Heger, intervenuto pubblicamente dopo aver parlato con esperti e con alcuni dei suoi ministri a proposito della situazione epidemiologica nel Paese. Il consiglio di esperti ha suggerito di limitare la libertà di movimento dei non vaccinati che si trovano nei distretti a maggior rischio epidemiologico e di considerare l'obbligo vaccinale per determinate categorie di popolazione. Ha proposto inoltre l'uso dei certificati vaccinali per potersi recare a lavoro, come in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slovacchia in semi-lockdown dopo il record di nuovi contagi: "Solo il vaccino ci può aiutare"

Today è in caricamento