rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Belgio

Sindaco non lavora da un anno perché stressato, ma continua a guadagnare 8.500 euro al mese

Il primo cittadino di uno dei Comuni di Bruxelles resta in malattia da burn-out. L'opposizione chiede che lasci ma i suoi: "Senza stipendio non avrebbe diritto a indennità"

Uno stipendio di 8.500 euro al mese, ma da oltre un anno non si presenta a lavoro perché in burn-out, ha un esaurimento nervoso. Sta facendo discutere il caso di Stéphane Roberti, sindaco ecologista di Forest, quartiere-comune di Bruxelles, che da novembre 2020 non svolge le sue funzioni politiche poiché inabilitato al lavoro per lo stress, come conferma il suo certificato medico.

Nonostante questo, l’uomo continua a percepire però la totalità del suo stipendio direttamente dalle casse del Comune grazie a un accordo raggiunto in consiglio senza il quale non avrebbe avuto diritto a alcuna disoccupazione né alcun indennizzo, poiché, spiega Marie Lecocq, co-presidente regionale degli Ecolò "il suo stipendio non è coperto dalla mutua, questo ci è stato confermato dal ministro degli enti locali”. Insomma senza lo stipendio non avrebbe avuto diritto all'indennità di malattia, è la spiegazione che ha dato la sua collega di partito.

Questo trattamento non è piaciuto a molti dei suoi concittadini, “Ciò che è più preoccupante è che un sindaco continui a ricevere uno stipendio pieno” nonostante da oltre un anno non si presenti a lavoro “mentre gli altri abitanti precari del Comune devono continuare ad andare a lavorare, malati o no, per continuare a nutrire le loro famiglie”, ha lamentato uno degli abitanti alle telecamere della Rtbf, sostenendo di essere arrabbiato per la situazione e per quello che ritiene essere un privilegio riservato al sindaco.

"Il sindaco non si occupa più di niente. Non ha più contatti con l'amministrazione", ha lamentato Laurent Hacken, consigliere comunale dei cristiano democratici della Cdh, che siede nei banchi dell'opposizione. “In realtà non pensiamo più nemmeno che possa tornare perché si è perso talmente tante cose", in questo suo periodo di assenza e "dover recuperare tutto sarebbe controproducente", ha continuato, chiedendo che Roberti e il suo partito si siedano "intorno a un tavolo per trovare una soluzione”.

Come se non bastasse, dato che il Comune non può permettersi di pagare due stipendi, Mariam El Hamidine, anche lei membro degli Ecolò, e che durante l’assenza di Roberti svolge le sue funzioni, continua a ricevere il suo stipendio da assessore, che è inferiore del 25 per cento a quello del sindaco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco non lavora da un anno perché stressato, ma continua a guadagnare 8.500 euro al mese

Today è in caricamento