rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Il cold case / Francia

"Ho aiutato mio marito a violentare e uccidere studentesse"

La confessione dell'ex moglie del serial killer Michel Fourniret, che ha stuprato e ammazzato otto ragazze tra gli anni Ottanta e Duemila, La donna attirava le giovani in auto per poi consegnarle al compagno

Nuova luce sul cold case del serial killer francese, Michel Fourniret, detto l'orco delle Ardenne, che era stato condannato dopo aver confessato di aver rapito, stuprato e ucciso otto ragazze in un periodo di 14 anni tra gli anni ottanta e gli anni duemila. La sua ex moglie, Monique Olivier, ha ora confessato di aver aiutato il marito in almeno tre dei suoi omicidi, tra cui quello della studentessa britannica Joanna Parrish, che l'uomo aveva picchiato fino a farle perdere i sensi, prima di violentarla, strangolarla e gettarne il corpo in un fiume. La 75enne Olivier è sotto processo per complicità nel rapimento e nell'omicidio della 20enne Parrish, avvenuto nel 1990 e di altre due vittime: Marie-Angèle Domèce, di 19 anni, uccisa nel 1988 e Estelle Mouzin, di soli nove anni, uccisa nel 2003.

"Riconosco tutti i fatti", ha dichiarato l'imputata nel secondo giorno del suo processo davanti alla Corte d'Assise dell'Hauts-de-Seine, ieri (mercoledì 29 novembre). L'ex moglie dello stupratore e assassino è stata brevemente interrogata sostenendo di essersi "pentita di tutto quello che è successo". In aula la donna ha descritto come lei e Fourniret abbiano prelevato Parrish, una studentessa dell'Università di Leeds che stava trascorrendo otto mesi in Francia come assistente all'insegnamento, vicino alla stazione di Auxerre, nella Yonne, due ore a sud-est di Parigi.

"Michel ha chiesto alla ragazza se fosse vergine, se avesse un fidanzato. Le disse di spogliarsi e lei si rifiutò. Allora la colpì fino a farle perdere i sensi. Poi l'ha violentata e strangolata", ha detto Olivier alla polizia in una dichiarazione che ha poi ritrattato. "Poi ha preso il suo corpo nudo e lo ha gettato in un fiume", ha aggiunto. Il corpo nudo di Parrish fu trovato nel fiume Yonne la mattina seguente, il 17 maggio 1990.

Durante una serie di rapimenti e omicidi andata avanti per 17 anni, il modus operandi della coppia prevedeva che Olivier attirasse le vittime nel veicolo, in quanto una donna aveva meno probabilità di incutere loro paura. Fourniret aspettava sul retro o in piedi più avanti lungo la strada in attesa di essere prelevato e salire in auto per aggredire le ragazze. Si ritiene che Fourniret, noto come l'Orco delle Ardenne, abbia ucciso almeno 10 giovani donne e ragazze. Nel 2008 è stato condannato all'ergastolo per sette omicidi, ma è morto nel 2021 prima di poter essere processato per altri tre, tra cui quello di Parrish. Sua moglie sta già scontando una condanna all'ergastolo per il suo ruolo negli assassini.

Continua a leggere su Europa.Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho aiutato mio marito a violentare e uccidere studentesse"

Today è in caricamento