Usava il proprio seme per le inseminazioni: ginecologo padre biologico di 17 figli

L'ammissione dell'ospedale in cui lavorava il medico olandese: "Non escludiamo altri casi". Le donne credevano stessero ricevendo lo sperma di donatori anonimi come previsto dalla prassi

Foto archivio Ansa

Avrebbe dovuto semplicemente praticare l'inseminazione artificiale, usando il seme di donatoti anonimi come da prassi. Invece un medico olandese utilizzava il proprio sperma e cosi alla fine ha avuto almeno 17 figli nel corso della sua carriera.

L'ammissione è arrivata dallo stesso ospedale in cui lavorava il medico, Jan Wildschut, morto nel 2009, che si trova nella città di Zwolle. La clinica ha definito la condotta dell'uomo “moralmente inaccettabile” e ha spiegato che le inseminazioni in questione sono state eseguite nel periodo che andava dal 1981 al 1993. Come racconta l'Afp il risultato è stato confermato attraverso varie "corrispondenze" riscontrate facendo delle ricerche in una serie di database commerciali del Dna. La clinica non ha escluso la possibilità che Wildschut, che era già padre, sia il genitore biologico di altri figli.

L'ospedale ha dichiarato di aver appreso la notizia alla fine del 2019 e ha ora affermato di aver deciso di renderla pubblica insieme alla famiglia del medico e ai bambini interessati per contribuire a diffondere "maggiore trasparenza" in materia di donazioni di seme. "Ogni bambino ha il diritto di sapere chi sono i propri genitori biologici, ma alcuni genitori hanno paura di dire ai propri figli che sono i figli di un donatore", ha detto l'ospedale in un comunicato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'anno scorso una serie di test del Dna dimostrarono che l'ex direttore di una banca del seme olandese, sospettato di utilizzare ripetutamente il proprio sperma al posto di quello del donatore scelto, era il padre biologico di 49 bambini, in un caso che ha causato uno scandalo nei Paesi Bassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento