menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La premier scozzese Nicola Sturgeon

La premier scozzese Nicola Sturgeon

Coronavirus, Scozia e Galles si ribellano a Londra e chiudono le scuole

La mossa dei due governi locali potrebbe anticipare quella del premier Boris Johnson, che dopo le resistenze iniziali, sarebbe pronto al lockdown in tutto il Regno Unito

Ribellione al potere centrale o mossa per anticipare il premier? Quale che sia la ragione politica, qualora vi sia, sta di fatto che Scozia e Galles si sono ribellati all'attendismo del governo di Boris Johnson nel rispondere all'epidemia di Covid-19 e hanno deciso di chiudere le scuole nei loro territori a partire da venerdi'.

I leader di Edimburgo e Cardiff, Nicola Sturgeon e Mark Drakeford, non sembrano avere fiducia nell'approccio del premier britannico, che al pari dell'Olanda, sta rallentando le misure di contenimento per favorire la presunta formazione nella popolazione della cosiddetta immunità di gregge. Un approccio che divide il mondo scientifico e anche il Regno Unito. 

Non è chiaro se Johnson abbia avuto dei ripensamenti nelle ultime ore, ma a quanto pare nelle prossime ore lo stesso premier dovrebbe annunciare la chiusura delle scuole. Stavolta in tutto il Paese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento