rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Bruxelles

Scatta il divieto Ue ai colori non sicuri per i tatuaggi (che non saranno solo in bianco e nero)

Dal 4 gennaio entrano in vigore in tutta l'Unione europea le nuove restrizioni sulle sostanze chimiche pericolose contenute nelle miscele per inchiostri

Dal 4 gennio entrano in vigore nell'Unione europea le nuove restrizioni sulle sostanze chimiche pericolose contenute nelle miscele per inchiostri per tatuaggi e make-up permanenti. Le nuove restrizioni, si legge in una nota della Commissione, riguardano sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione, sostanze chimiche vietate nei cosmetici, sensibilizzanti della pelle, irritanti per la pelle e gli occhi, impurita' metalliche, ammine aromatiche e alcuni pigmenti.

Perché i tatuaggi a colori non scompariranno

Sebbene alcuni Stati membri disponessero già di una legislazione nazionale per limitare le sostanze chimiche pericolose negli inchiostri per tatuaggi, le nuove norme a Ue "sono state adottate per proteggere equamente le persone in tutta l'Ue, indipendentemente dal Paese in cui vengono tatuati e se l'inchiostro è prodotto nell'Ue o no", si legge ancora nella nota.

Il falso allarme

L'entrata in vigore delle nuove norme aveva fatto scattare un certo allarmismo tra tatuatori e appassionati di tattoo. Come riportato anche da alcuni media, si era diffusa la notizia secondo cui non sarebbe stato più possibile realizzare tatuaggi a colori all'interno dell'Unione europea. In realtà, come chiarito dagli stessi operatori del settore, le nuove regole riguarderanno i produttori di colori, che dovranno adeguarsi agli standard di sicurezza di Bruxelles.

"Per le sostanze oggi vietate esistono sul mercato alternative sicure, e laddove non ci sono alternative abbiamo previsto un periodo di tolleranza", ha spiegato Eric Mamer, portavoce della Commissione, nel briefing quotidiano con la stampa. Il divieto di utilizzo dei pigmenti Blue 15 e Green 7, per esempio, diventerà infatti applicabile solo a partire dal 4 gennaio 2023.

I rischi dei colori vietati

Secondo le statistiche, si legge ancora nella nota, il 12 per cento degli europei è tatuato, compresi gli adolescenti. La Commissione ha adottato le restrizioni da oggi in vigore nel dicembre 2020 a seguito di studi che mostrano prove di allergie e problemi della pelle dovuti a tatuaggi, rispondendo a una richiesta degli Stati membri e sulla base di valutazioni di impatto scientifico e socioeconomico effettuate dall'Agenzia europea per le sostanze chimiche (Echa).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta il divieto Ue ai colori non sicuri per i tatuaggi (che non saranno solo in bianco e nero)

Today è in caricamento