"Gesto della scarpa? Provocatore e fascista", Moscovici attacca il deputato della Lega

Il commissario Ue agli Affari economici torna sull'episodio di ieri a Strasburgo con protagonista l'europarlamentare Ciocca, che ha "calpestato" simbolicamente la lettera con cui Bruxelles ha motivato la bocciatura della manovra italiana. E anche Salvini si smarca

"Un provocatore e un fascista, per parlare chiaro. Si vede il germe di una violenza simbolica inammissibile". Non è andata proprio giù al commissario Ue agli Affari economici Pierre Moscovici la trovata del gesto dell'eurodeputato leghista Angelo Ciocca, che ieri a Strasburgo, dopo la conferenza stampa dei commissari sulla manovra italiana, ha imbrattato gli appunti di Moscovici con una scarpa.

Un gesto di protesta contro la bocciatura da parte di Bruxelles della manovra gialloverde che, pero', anche il leader del Carroccio Matteo Salvini non sembra aver apprezzato: "L'Europa non la cambi con le provocazioni", ha detto lapidario a chi gli chiedeva un commento. Più duro, come da aspettarsi, il commissario Moscovici, per il quale il comportamento del leghista è indegno di un europarlamentare. "E' gente che attacca la democrazia basata sulle regole sul rispetto delle istituzioni e sulla libertà", ha detto ai media francesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

  • La Svezia: "Il nostro è un lockdown virtuale". Ma l'immunità di gregge è lontana

Torna su
EuropaToday è in caricamento