L'elezione di Sassoli fa infuriare Salvini: "Non rispettato voto italiani"

La nomina al vertice del Parlamento Ue dell'esponente Pd non è andata giù al leader della Lega. L'ex giornalista del Tg1: "Spero che l'Italia oggi sia contenta"

Senza l'elezione di David Sassoli al vertice del Parlamento di Strasburgo, l'Italia sarebbe restata a secco di cariche Ue di alto livello dopo anni in cui ha avuto la maggioranza dei cosiddetti top job europei. Eppure, il fatto che l'unica presidenza tricolore sia andata a un esponente del Pd non è andata giù al leader della Lega Matteo Salvini.

"L'Europarlamento ha appena eletto un parlamentare del Pd, un ex giornalista Rai, anzi magari ancora col contratto Rai, a fare il presidente del Parlamento europeo - si è sfogato su Facebook il vicepremier del Carroccio - Bello... rispettoso del voto degli italiani e degli europei avere uno di sinistra, magari col voto di qualcuno del centrodestra. Anzi, sicuramente visti i numeri ma non col voto della Lega, no di sicuro". Niente 'prima gli italiani' in questo caso. Tanto più dopo che nei giorni scorsi Sassoli "aveva parlato di un cordone sanitario contro la Lega e i populisti che non mi sembra esattamente l'approccio più democratico per un presidente", ha spiegato ancora Salvini. 

Sassoli non ha replicato alle parole del vicepremier: "Spero che l'Italia oggi sia contenta", si è limitato a dire. Non di certo la Lega, che nonostante il successo nazionale, si trova all'opposizione in Europa: il suo gruppo, Identità e democrazia, non ha ottenuto i numeri necessari a inserirsi nei giochi di potere dell'Eurocamera. Pur potendo ambire a due presidenti di commissione, i gruppi di maggioranza (popolari, socialisti, liberali e verdi) sembrano intenzionati a non concedere spazi ai sovranisti. Per l'appunto, un cordone sanitario che impedisca agli eurodeputati di Id di accedere alle cariche più alte. 

Un problema che per il M5s neppure si pone, dato che i 14 parlamentari europei di Luigi Di Maio sono senza gruppo e, di conseguenza, senza la possibilità di accedere ai posti importanti nelle commissioni. La delegazione M5s a Strasburgo ha tenuto comunque a fare gli auguri al neo presidente: "Auguriamo buon lavoro a David Sassoli. Auspichiamo che, da presidente, sia sempre rispettoso di tutte le voci presenti al Parlamento europeo, casa di 500 milioni di cittadini europei", si legge in una nota. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telecamere sul lavoro? "Non violano privacy, giusti licenziamenti"

  • Macron frena sull'ingresso di Albania e Macedonia nell'Ue: "No all'avvio dei negoziati"

  • Macron contro tutti, Francia unica contraria a Albania e Macedonia del Nord nell’Ue

  • Cresce il numero di studenti neri a Cambridge, è lo 'Stormzy effect'

  • La Polonia alle urne, la destra di Kaczynski verso una nuova vittoria

  • In Grecia è di nuovo emergenza migranti, campi profughi al collasso

Torna su
EuropaToday è in caricamento