menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tour contro l'euro di Salvini nel 2014 - foto archivio Ansa, Tonino Di Marco

Il tour contro l'euro di Salvini nel 2014 - foto archivio Ansa, Tonino Di Marco

Gli alleati di Salvini in Finlandia chiedono l'uscita dall'euro

Il leader dei Veri Finlandesi: “La moneta unica è come una pietra attaccata alla caviglia che ci sta facendo andare a picco”

La Finlandia deve preparare dei piani per portare il Paese fuori dalla moneta unica. A schierarsi contro l'euro sono i Veri Finlandesi, formazione di estrema destra che siede a Strasburgo nei banchi di Identità e Democrazia, il gruppo a cui appartiene anche la Lega di Matteo Salvini.

“In tempi di crisi l'euro si è trasformato in una pietra intorno alla caviglia che trascina la Finlandia in profondità” e per questo “il governo deve iniziare i preparativi per l'uscita dalla zona euro. Subito”, ha chiesto dalla sua pagina Facebook, Jussi Halla-Aho, il leader del partito identitario.

L'attacco contro la moneta unica sembra un tentativo di recuperare i consensi che nel paese sono in calo. Un sondaggio di mercoledì parla di una perdita del 2,1% che ha portato i Veri Finlandesi ad attestarsi al 18,1%. In testa al gredimeto dei cittadini si sono piazzati invece i socialdemocratici con il 22,1% delle intenzioni di voto, un dato in crescita dell'1,7% rispetto al mese scorso. Non è comunque la prima volta che la formazione euroscettica chiede l'uscita dall'euro. Già dopo le elezioni europee del 2019, il partito parlò della necessità di meccanismo per consentire ai Paesi membri di lasciare l'unione monetaria senza dover lasciare l'Ue nel suo insieme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento