“Oltre il danno, la beffa”. Mdp contro i risarcimenti proposti da Ryanair 

Interrogazione dell'eurodeputato Paolucci alla Commissione Ue

Il banco del check in della Ryanair all'aeroporto di Roma Leonardo Da Vinci, Fiumicino. ANSA/TELENEWS

“Gli utenti di Rayanair potrebbero essere esposti a un'ulteriore beffa”, perché la compagnia aerea irandese “ha proposto una forma di risarcimento irrisorio di 40 euro come compensazione” per i voli cancellati in queste settimane, al “posto di un volo alternativo alle condizioni stabilite” dalle norme Ue. In questo modo, Ryanair “risparmierebbe almeno 200 euro per ogni biglietto annullato”. Lo denuncia l'eurodeputato di Mdp, Massimo Paolucci, che ha presentato una interrogazione sul caso alla Commissione Ue. Il caso è noto a tutti: per via delle ferie dei suoi piloti e per la carenza di personale, la compagnia irlandese ha deciso di cancellare 21mila voli, causando non pochi disagi in tutta Europa. L'Italia è stata tra i paesi più colpiti.

Rimborsi e risarcimenti

Stando alle leggi Ue, Ryanair deve rimborsare i passeggeri con una somma di denaro pari a quanto è costato il biglietto del volo cancellato o con un nuovo biglietto per la stessa rotta. Sono previsti anche risarcimenti monetari aggiuntivi, che tuttavia vengono meno quando il passeggero è stato informato della cancellazione con un determinato preavviso, come nel caso di Ryanair. La compagnia irlandese ha pero' proposto di risarcire lo stesso i suoi clienti con un voucher tra i 40 e gli 80 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Compromesso al ribasso

“Questa forma di compromesso – continua Paolucci - avvantaggia solo Ryanair. Inoltre altri utenti potrebbero essere indotti a scegliere un volo alternativo, sempre rinunciando alla compensazione stabilita dal regolamento. E’ inaccettabile che la compagnia faccia così pagare ai passeggeri, oltre che ai lavoratori, responsabilità che sono solo ed esclusivamente del management”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento