rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Attualità

“La Russia prepara la guerra totale, l’Ue reagisca con sanzioni senza precedenti”

L’allarme della Lituania in apertura della riunione a Bruxelles tra i ministri degli Esteri. Ma la Commissione mette le mani avanti: “Ci coordineremo con gli Stati Uniti e il Regno Unito”

“Siamo convinti che la Russia si stia preparando per la guerra totale con l’Ucraina”. L’allarme è arrivato questa mattina da parte del ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis. Il rappresentante del governo baltico, già al centro di diversi scontri con Mosca e recentemente preso di mira anche da Pechino, ha chiesto all’Europa di reagire con forza perché “questo è un evento senza precedenti dalla Seconda guerra mondiale”. Le parole di Landsbergis sono arrivate prima dell’incontro tra i ministri degli Esteri Ue riuniti oggi a Bruxelles per il Consiglio. 

Nel fine settimana la neo ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, ha ipotizzato lo stop definitivo di Berlino al Nord Stream 2, il gasdotto russo che dovrebbe garantire approvvigionamento energetico alla Germania bypassando i Paesi dell’Est Europa. “In caso di ulteriore escalation questo gasdotto non potrà entrare in servizio”, ha detto Baerbock in un’intervista al canale televisivo Zdf.

Josep Borrell, Alto rappresentante Ue per la Politica estera, prima dell’incontro ha messo le mani avanti. “Allo stato attuale - ha detto al suo arrivo al palazzo Europa - non stiamo valutando sanzioni precise contro la Russia in caso di aggressione dell'Ucraina”, ma le eventuali contromisure “saranno coordinate con gli Stati Uniti e il Regno Unito”. “Al momento - ha aggiunto il politico spagnolo - stiamo lavorando sulla dissuasione per prevenire che l'aggressione avvenga”. “Ogni aggressione contro l’Ucraina - ha concluso Borrell - avrà un alto costo per la Russia”. 

Meno ‘diplomatiche’ le parole del ministro lituano: “Se si verifica un attacco senza precedenti a un Paese che sceglie di andare verso l’Occidente, anche la risposta da parte dei Paesi occidentali deve essere senza precedenti”. “Dobbiamo ascoltare le richieste che arrivano dagli Stati Uniti - ha aggiunto Landsbergis - ed essere determinati nella nostra risposta”. “La Russia sta usando quella che si chiama leva politica, dettando le condizioni per evitare la guerra”, ma “non possiamo permettere che l’Europa venga minacciata”. “La deterrenza è il modo migliore per evitare la guerra” e per questo “al momento stiamo parlando di sanzioni”. “Come ha detto il presidente Biden, tali sanzioni devono avere una scala senza precedenti e l’Ue ha gli strumenti per farlo”, ha concluso il politico lituano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La Russia prepara la guerra totale, l’Ue reagisca con sanzioni senza precedenti”

Today è in caricamento