rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
L'annuncio / Finlandia

La Finlandia entra nella Nato, la minaccia di Mosca: "Più truppe e armi al confine"

L'annuncio di Stoltenberg scatena la rabbia della Russia: "Helsinki ora è un obiettivo legittimo per le forze armate"

A stretto giro dall'annuncio dell'ingresso ufficiale e definitivo della Finlandia nella Nato, la Russia rilancia le sue minacce nei confronti di Helsinki, dichiarando che rafforzerà il suo potenziale militare al confine con il Paese scandivano. 

Il 4 aprile è la data "storica", secondo il segretario generale dell'Alleanza atlantica Jens Stoltenberg, che ha dato "il benvenuto alla Finlandia come 31esimo alleato". Poco dopo l'annuncio, ecco arrivare la replica da Mosca: "La Russia rafforzerà le sue difese nell'ovest e nel nord-ovest del Paese in risposta all'ingresso della Finlandia nella Nato", ha detto il vice ministro degli Esteri Alexander Grushko all'agenzia Ria Novosti. "Parte delle misure - ha aggiunto Grushko - sono già stata annunciate. Rafforzeremo il nostro potenziale nelle direzioni ovest e nord-ovest. Se forze e mezzi di altri membri della Nato saranno dispiegati in Finlandia, adotteremo ulteriori misure per garantire in modo affidabile la nostra sicurezza".

Quelle di Grushko sono state dichiarazioni tutto sommato moderate rispetto ad altre voci che si sono levate in questi giorni. Come quella del parlamentare russo Konstantin Dolgov: "L'adesione della Finlandia alla Nato mina la sicurezza della Russia e la rende un obiettivo legittimo per le forze armate russe", ha affermato in un'intervista al quotidiano Vzglyad.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Finlandia entra nella Nato, la minaccia di Mosca: "Più truppe e armi al confine"

Today è in caricamento