rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Diritti umani / Ucraina

"La Russia ha attaccato almeno 200 strutture sanitarie in Ucraina"

Lo ha dichiarato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità

Sono almeno 200 le strutture sanitarie in Ucraina che sono state colpite da attacchi da parte dell'esercito russo dall'inizio dell'offensiva. Lo ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che in visita a Kiev ha sottolineato l'impatto impatto devastante del conflitto sul sistema sanitario del Paese. Le infrastrutture distrutte e le catene di forniture mediche interrotte rappresentano ora una grave minaccia per milioni di persone. 

Gli aggiornamenti dalla guerra in diretta

Gli attacchi a ospedali, ambulanze, al personale sanitario o ai loro pazienti durante un conflitto armato costituiscono fragranti violazioni del diritto internazionale umanitario, ha ricordato il capo dell'Oms. Avendo siglato le quattro Convenzioni di Ginevra, la Russia ha il dovere di rispettare il diritto alla salute (ad esempio astenersi da attacchi alle unità mediche), di proteggere e soddisfare il diritto alla salute (proteggere il personale medico), così come garantire l'accesso ai servizi sanitari di base. Gli ospedali godono di una protezione speciale e non dovrebbero mai essere attaccati.

"Ho visto i danni inflitti alle strutture sanitarie e ho ascoltato le testimonianze dei danni - fisici e mentali - inflitti agli operatori sanitari. Queste sono persone la cui motivazione primaria è quella di proteggere la salute e la vita", ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, raccontando ciò che ha visto durante la sua visita in Ucraina. "Questi attacchi devono finire. L'assistenza sanitaria non è mai un obiettivo", ha aggiunto.

Viktor Liasko, ministro della Salute dell'Ucraina, ha chiesto un maggiore sostegno internazionale per mantenere i servizi sanitari nel Paese, riporta Euractiv. "Durante la guerra, 10 dei miei colleghi sono stati uccisi, più di 40 sono stati feriti, e 40 ospedali sono stati distrutti e non possono più essere ricostruiti. Circa 500 ospedali sono stati danneggiati e non possono essere utilizzati per le cure mediche", ha detto Liasko. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Russia ha attaccato almeno 200 strutture sanitarie in Ucraina"

Today è in caricamento