Rom, eurodeputata svedese: "Nessuno decide di vivere come bestie"

Soraya Post: "L'Europa deve riconoscere il proprio fallimento nell'opera di integrazione di questa comunità

La deputata svedese Soraya Post © European Union 2015 - source:EP.

L'eurodeputata socialista, Soraya Post, lei stessa una rom, sta lavorando a una relazione incentrata sulle cause all'origine dell'antiziganismo, ossia l'odio nei confronti della comunità rom. "L'Europa deve riconoscere il proprio fallimento nell'opera di integrazione di questa comunità", afferma in un'intervista a EuroparlTv. "Ciò che voglio mostrare - spiega l'eurodeputata svedese - è la causa all'origine dell'esclusione e il motivo per cui i Rom sono stigmatizzati. Nessuno decide di essere povero. Nessuno decide di vivere come bestie. Nessuno decide di non mandare i propri figli a scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

Torna su
EuropaToday è in caricamento