Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

La carta d'identità non basta più, per andare nel Regno Unito adesso serve il passaporto

Con la Brexit per gli europei il documento non è più valido per entrare nel Paese, tranne se sono residenti nella nazione. Londra: "Avremo più sicurezza e controlleremo meglio l'immigrazione"

Andare in vacanza nel Regno Unito della Brexit sarà adesso un poco più complicato. A partire da oggi entra in vigore una riforma approvata da Londra lo scorso anno che prevede che per entrare nel Paese tutti i cittadini dell'Unione europea e gli Svizzeri avranno adesso bisogno del passaporto, e la carta d'identità non sarà più ritenuta un documento di viaggio valido. Sarà concessa un'eccezione soltanto agli irlandesi e, fino al 2025, agli europei che sono residenti in Gran Bretagna.

Lotta alle contraffazioni

Il Ministero degli Interni di Londra ha sottolineato che le carte d'identità comunitarie o svizzere, lo scorso anno sono state quasi la metà di tutti i documenti falsi rilevati alla frontiera. “Il Regno Unito ha una storia di cui va orgoglioso e che mostra che è aperto al mondo, e la Gran Bretagna globale continuerà in quella tradizione. Ma dobbiamo reprimere i criminali che cercano di entrare illegalmente nel nostro Paese utilizzando documenti falsi”, ha dichiarato la Segretaria di Stato all'Interno, Priti Patel. Con questo cambiamento “stiamo rafforzando i nostri confini e rispettando la priorità della popolazione di riprendere il controllo del nostro sistema di immigrazione", ha aggiunto Patel.

Problemi per gli autotrasportatori

I rappresentanti del settore degli autotrasportatori hanno per avvertito che le nuove regole rischiano di creare ulteriori ostacoli ai conducenti, proprio in un momento in cui il Regno Unito si sta trovando in una situazione di emergenza che ha pportato addirittura a dover decidere di impiegare i militare per guidare le autocisterne che trasportano la benzina nelle stazioni di servizio, e con problemi di approvvigionamento nei supermercati, dovuti proprio alla mancanza di autisti, che con la Brexit non possono più essere assunti in Europa. Il divieto delle carte d'identità fa parte di un pacchetto più ampio per combattere l'immigrazione irregolare e che prevede anche di trasferire i richiedenti asilo all'estero mentre le loro domande vengono esaminate. Un piano criticato da diverse associazioni per i diritti umani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La carta d'identità non basta più, per andare nel Regno Unito adesso serve il passaporto

Today è in caricamento