rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Effetto paura

In Romania è record di morti per Covid, e ora i cittadini corrono a vaccinarsi in massa

Raddoppiate le persone che scelgono ogni giorno di fare la dose, preso d'assalto il centro della capitale. Al momento gli immunizzati sono il 37 per cento della popolazione, la media Ue è del 75

Con il numero dei decessi che è in forte aumento, in Romania si sta diffondendo la paura del coronavirus e sempre più cittadini stanno correndo a vaccinarsi per proteggersi contro la malattia. Secondo i dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), nella nazione c'è la più alta percentuale di nuove morti dell'Unione: 226 ogni milione di abitanti, in Italia siamo a 8,5.

Sempre più vaccinati

Da quando il Paese ha raggiunto il record di decessi quotidiano è raddoppiato il numero di persone che decidono di fare la dose. Lo scorso 18 ottobre nella nazione di 19,3 milioni di abitanti è stato il giorno più nero dall'inizio della pandemia con 18.863 nuovi contagi e 574 morti, mai così tanti, portando il totale delle persone che hanno perso la vita a causa del Covid-19 a 45.503, il 93 per cento dei quali non ha ricevuto l'iniezione. Quel giorno solo 36.826 persone avevano fatto una prima dose del vaccino, 7.863 la seconda e 24.052 l'iniezione di richiamo per un totale di 68.749 dosi somministrate in 24 ore. Da allora il numero di vaccinazioni è aumentato costantemente fino a raggiungere oltre 150.600 iniezioni fatte solo martedì scorso, di cui 111.033 erano prime dosi, numeri mai visti prima nel Paese che è quello, dopo la Bulgaria, in cui ci sono meno vaccinati nel blocco: solo il 37 per cento della popolazione a fronte di una media Ue del 75 per cento.

Il fattore paura

In estate in pochissimi hanno richiesto le dosi, e questo è stato la conseguenza "di una situazione epidemiologica estremamente buona, dato che, ad esempio, c'erano alcune volte un solo caso di infezione al giorno nella capitale, il che ha consentito di allentare le misure di contenimento" della malattia, ha detto a Euronews Andrei Baciu, segretario di Stato del ministero della Salute rumeno. E così, ha continuato, “le persone che pure sono consapevoli dei benefici della vaccinazione non hanno visto il pericolo di un'infezione imminente, pericolo che purtroppo ora è ricomparso”, e di conseguenza “tutti coloro che sono a conoscenza degli effetti protettivi del vaccino hanno deciso di vaccinarsi con numeri impressionanti, come vediamo nelle ultime statistiche record".

File lunghissime

Come riporta il Romania Journal, il Centro di vaccinazione del mercato Obor di Bucarest è stato letteralmente preso d'assalto, e la fila di persone in attesa di fare l'iniezione era così lunga da circondare più volte la struttura. “Le persone che vengono ora preferiscono Johnson & Johnson, poiché è una singola dose. Quelle che sono state vaccinate nella prima fase e hanno consultato i medici vogliono Pfizer. Comunque il numero cresce ogni giorno. I cittadini sono arrivati alla conclusione che questo vaccino salva la vita", ha affermato Nejem Adnan, medico coordinatore del centro.

Spiegare i benefici del vaccino

I medici stanno facendo il possibile per spiegare gli effetti positivi del vaccino alla popolazione. “Abbiamo notato una differenza significativa tra i polmoni di un paziente vaccinato contro il Covid-19 e quelli di un paziente non vaccinato. In oltre il 95% delle persone vaccinate, che hanno contratto la malattia, non si registrano danni ai polmoni, mentre nel caso dei pazienti non vaccinati ci sono danni dal 30 al 40 per cento dell'organo e questa percentuale può aumentare in un tempo estremamente breve, a volte anche di poche ore, fino al 70-80, e anche all'85 per cento”, ha detto Diana Manolescu, direttrice dell'ospedale “Victor Babes” di Timisoara. E anche la chiesa sta spingendo la popolazione ad ascoltare i consigli degli esperti. "La vita e la salute sono dono di Dio che dobbiamo custodire e coltivare rispettando rigorosamente i consigli dei medici e le misure sanitarie decise dalle autorità competenti", ha dichiarato il patriarca della Chiesa ortodossa romena, Daniel, in un appello ai fedeli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Romania è record di morti per Covid, e ora i cittadini corrono a vaccinarsi in massa

Today è in caricamento