rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
Nuove tensioni / Finlandia

Recinzioni e filo spinato al confine tra Russia e Finlandia per fermare droni e migranti

Sanna Marin incassa il sì dei partiti alla barriera chiesta a gran voce dalla guardia di frontiera dopo l’aumento degli arrivi illegali e l’inquietante scoperta di droni russi in aree sensibili

Filo spinato e telecamere sono destinati a far parte del paesaggio al confine tra Finlandia e Russia. I principali partiti politici finlandesi hanno infatti dato il via libera alla barriera che la premier Sanna Marin vuole erigere lungo gli oltre 1.300 chilometri di confine con l’invadente vicino che, da quando Helsinki ha deciso di aderire alla Nato, sta creando forti preoccupazioni alle autorità scandinave. 

Come riportato dall'emittente finlandese Yle, un incontro tra la prima ministra e i rappresentanti di tutti i principali partiti ha confermato il sostegno trasversale al piano proposto il ​​mese scorso dalla guardia di frontiera finlandese. Quest’ultima aveva chiesto di costruire una recinzione alta diversi metri, sormontata da filo spinato e dotata di telecamere di sorveglianza e sensori.

Le preoccupazioni dei finlandesi riguardano principalmente gli arrivi di migranti dalla Russia che si sono intensificati prima con l’inizio della guerra e poi con la mobilitazione parziale annunciata da Vladimir Putin che ha spinto molto giovani russi a scappare dal Paese per evitare di finire al fronte ucraino. Un’altra fonte di preoccupazione è legata ai tanti droni sorpresi al confine diventato politicamente caldo dopo le minacce del Cremlino che ha tentato fino all’ultimo di evitare l’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato. Al momento, i due Paesi nordici aspettano solo il via libera di Turchia e Ungheria prima di poter entrare a pieno titolo nell’Alleanza atlantica.

La vicina Norvegia, l’altro Paese scandinavo che confina con la Russia, questa settimana ha affermato di aver arrestato il settimo cittadino russo negli ultimi giorni perché sospettato di aver pilotato illegalmente droni o di aver scattato fotografie in aree riservate.

La Finlandia limita l'ingresso dei russi nel Paese: "Devono essere fermati"

“Vogliamo garantire che la nostra guardia di frontiera disponga di un supporto sufficiente per svolgere un controllo al confine appropriato ed efficace e dobbiamo essere preparati a qualsiasi situazione di disturbo”, ha affermato Marin dopo l’incontro con i principali partiti. La recinzione pensata dal governo finlandese mira a proteggere le aree identificate come potenzialmente a rischio di migrazione su larga scala dalla Russia, principalmente nel Sud-Est del Paese, ma anche intorno alle stazioni nella parte settentrionale del confine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recinzioni e filo spinato al confine tra Russia e Finlandia per fermare droni e migranti

Today è in caricamento