Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

Prostituta uccisa a 24 anni: Bruxelles le dedica una strada nel quartiere a luci rosse

Di origini nigeriane, le avevano promesso una casa e un lavoro in Europa. Ma poi è finita nel racket della prostituzione. A ucciderla un cliente minorenne

La città di Bruxelles dedicherà una strada a una giovane prostituta assassinata nel 2018. La ragazza si chiamava Eunice Osayande ed era nata e cresciuta in Nigeria. Portata a Bruxelles da una banda di trafficanti di esseri umani con la promessa di un alloggio e un lavoro in Europa, Osayande era finita in trappola assieme a un gruppo di giovani donne che venivano sistematicamente minacciate, violentate e costrette a sottoporsi a rituali per convincerle a essere fedeli ai loro rapitori e sfruttatori.

Una volta arrivata nella capitale belga, la giovane era stata costretta a prostituirsi in un appartamento abbandonato per ripagare il debito di 45.000 euro: la somma che i trafficanti esigevano era ‘giustificata’ dalle spese di viaggio, ma anche dall'affitto settimanale per l’alloggio. Osayande è stata uccisa dietro alla stazione Nord di Bruxelles per mano di un cliente di 17 anni.

La sua morte ha suscitato la commossa reazione delle sex workers di Bruxelles, le donne che affollano le strade del quartiere a luci rosse, proprio a due passi dalla stazione dove è stata assassinata la ragazza. Insieme a loro, anche i comitati di quartiere dei comuni di Saint-Josse e Schaerbeek si sono uniti all’ondata di indignazione per l’episodio di violenza che rappresenta solo la punta dell’iceberg del degrado di alcune aree della città che ospita le istituzioni Ue. Quella di Osayande è quindi diventata la storia simbolo della violenza sulle donne. Di qui la scelta dell’amministrazione comunale di intitolare una strada del quartiere a luci rosse alla giovane donna, come riconoscimento di tutte le donne vittime di violenza sessuale e femminicidio.

Dopo l’omicidio, un adolescente è stato arrestato e si trova ancora sotto processo. Anche i membri della banda di trafficanti che hanno portato Osayande in Europa sono stati rintracciati dalle forze dell’ordine e hanno ricevuto pene detentive comprese tra i due e i quattro anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta uccisa a 24 anni: Bruxelles le dedica una strada nel quartiere a luci rosse

Today è in caricamento