Principe belga fa infuriare la Spagna: partecipa a party illegale e risulta positivo al coronavirus

Joachim, nono in linea di successione per il trono del Belgio, si era recato a Cordoba in piena pandemia e ha preso parte a una festa con almeno 26 persone: "Poteva essere un nuovo focolaio"

Il principe Joachim del Belgio

Ha partecipato a una festa con almeno 26 persone, violando le misure di confinamento. Per poi risultare positivo al coronavirus. Una notizia che sarebbe finita sulle cronache locali e che invece ha fatto il giro del mondo, dato che il protagonista è il principe Joachim del Belgio e che il party illegale si è svolto in Spagna, facendo infuriare non poco le autorità locali. 

Secondo il quotidiano spagnolo El Confidencial, Joachim è arrivato a Madrid il 24 maggio per poi recarsi in Andalusia in treno. Il 26 maggio ha partecipato alla festa incriminata con amici e familiari, in quel di Cordoba. Il giorno successivo, ha sviluppato i sintomi della malattia e il 28 maggio un test ha confermato la sua positività al coronavirus. Il sospetto delle autorità è che Joachim abbia importato il virus. Un altro principe belga, Laurent aveva rivelato a inizio maggio che alcuni componenti della famiglia reale erano risultati positivi al Covid 19. "Non sappiamo come, ma il coronavirus è entrato nella nostra famiglia", aveva dichiarato. Nonostante questo, Joachim si è recato lo stesso in Spagna. 

Secondo quanto reso noto dalla famiglia reale, il principe si era recato in Andalusia "per un viaggio d'affari", e il party era una semplice "riunione di famiglia". La polizia ha accertato che alla festa vi fossero almeno 26 persone, ben al di sopra del limiti consentito per questo tipo di riunioni. "Sono sorpresa e indignata. In un momento di lutto nazionale dinanzi a così tanti morti, spicca un incidente di questo tipo", ha detto il sottosegretario del governo nazionale a Cordoba, Rafaela Valenzuela. "È del tutto irresponsabile, perché quel numero di persone moltiplicato potrebbe causare un focolaio e ciò significherebbe che Cordoba, dopo essere passata alla Fase 2, dovrebbe fare un passo indietro. È imperdonabile. La polizia sta indagando non solo sull'osservanza delle misure di confinamento, ma anche sulla violazione di altre regole, dato che siamo ancora in stato di allarme. Il virus è ancora là fuori".

Secondo quanto scrivono i media belgi, i partecipanti alla festa rischiano multe da 600 a 10mila euro. Il principe Joachim, dopo che la notizia ha fatto il giro del globo, ha inviato un comunicato stampa in cui ha ammesso di non aver rispettato tutte le misure di confinamento durante il suo soggiorno in Spagna e si è scusato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Il 2020 è anche l'anno dell'elezione di Adolf Hitler (in Namibia)

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • Recovery Fund senza Polonia e Ungheria: la minaccia di von der Leyen

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

Torna su
EuropaToday è in caricamento