menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anthony Hopkins in una scenda del film Il Rito in cui interpreta un esorcista / ANSA / WARNER BROS

Anthony Hopkins in una scenda del film Il Rito in cui interpreta un esorcista / ANSA / WARNER BROS

Casi di possessione satanica in aumento, il Vaticano organizza corsi per esorcisti a Roma

In Europa il fenomeno sembra essere diffuso soprattutto tra le chiese pentecostali e ci sono persone che propongono di scacciare satana dietro il pagamento di ingenti somme di denaro

I corsi di formazione e aggiornamento sono ormai una realtà comune un po' a tutti in un mondo lavorativo che cambia. E non sono esclusi da questa regola nemmeno i preti che devono confrontarsi, nel loro di 'lavoro', con una realtà, in questo caso religiosa, che pure è in evoluzione, anche se inaspettatamente sembra dirigersi verso tempi andati, piuttosto che tempi a venire. E così la Chiesa cattolica ha deciso di organizzare corsi di formazione in esorcismo, perché a quanto pare le denunce di possessione satanica sarebbero in forte crescita in tutto il mondo.

L'emergenza pastorale

Per l'associazione internazionale degli esorcisti quella in corso sarebbe una vera e propria “emergenza pastorale” ma il think tank cristiano Theos ha affermato invece che quella dell'esorcismo è “un'industria in espansione”, specialmente tra le chiese pentecostali, e non pochi pensano che si tratti di abusi spirituali, perpetrati a volte su persone che hanno disagi psichici. Questa 'industria' si è sviluppata in Europa anche a livello privato con 'operatori del settore' che chiedono anche 500 euro per i propri interventi. E così la Chiesa di Roma ha pensato di correre ai ripari e organizzare corsi per esorcisti 'ufficiali'.

Il corso a Roma

Il corso di formazione vaticano si terrà presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum di Roma e si concentrerà su esorcismo e preghiera di liberazione. "La lotta contro il malvagio è iniziata all'origine del mondo ed è destinata a durare fino alla fine del mondo", ha detto a Vatican News don Cesare Truqui, uno degli insegnanti. Per il prelato “siamo in una fase cruciale della storia: molti cristiani non credono più nell'esistenza del diavolo, vengono formati pochi esorcisti e non ci sono più giovani preti disposti ad apprendere la dottrina e la pratica della liberazione delle anime".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento