Portogallo al voto, i socialisti verso la vittoria ma resta il nodo alleanze

Secondo i sondaggi verrebbe promosso il premier uscente Costa, che però non raggiungerebbe la maggioranza assoluta. Tra i risultati rivendicati dal suo esecutivo: meno austerity, aumento di pensioni e salario minimo e buoni rapporti con Bruxelles

Antonio Costa, Foto Ansa EPA/ANTONIO COTRIM

Domenica i portoghesi si recheranno alle urne per il rinnovo di 230 seggi del Parlamento nazionale. Gli ultimi sondaggi prevedono la vittoria del Partito Socialista, in calo però rispetto alle ultime legislative e accreditato del 39% delle intenzioni di voto, mentre il Partito social-democratico (di centrodestra) si attesterebbe attorno al 22-23%. Come nel caso della vicina Spagna, il problema non è tanto chi vincerà le elezioni, ma la governabilità del Paese. Sono infatti incerti i destini della coalizione di Governo che il premier uscente, Antonio Costa, era inaspettatamente riuscito a costruire nel 2015 con la sinistra radicale del Bloco de Esquerda e il Partito Comunista, conquistando una premiership che sembrava irraggiungibile.

Tiene la sinistra

Il Bloco di Catarina Martins sembra essere stato premiato per la linea pragmatica tenuta nel corso della legislatura, ed è accreditato di un 10% delle preferenze, risultato immutato rispetto alle passate elezioni; comunisti e Verdi insieme dovrebbero raggiungere il 7% (-1%), mentre la grande sorpresa potrebbe arrivare dagli animalisti-ecologisti del Pan, al 4% (+2,5%).

I risultati della sinistra al Governo

E invece la coalizione di sinistra non solo è riuscita a tenere in piedi il Governo per tutta la legislatura, ma ha anche rimesso in piedi l’economia del Paese, considerato nell’Ue un esempio virtuoso. Il premier rivendica gli aumenti delle pensioni e del salario minimo, ma anche una crescita economica al 2%, la riduzione del deficit pubblico e del rapporto debito pubblico/Pil, la diminuzione del tasso di disoccupazione al 6,5% - livello più basso degli ultimi 28 anni - e passaggio alla settimana di lavoro di 35 ore. Grazie alla politica di facilitazione fiscale con zero tasse per i pensionati stranieri che scelgono di prendervi la residenza, il Paese è diventato anche il buen retiro di molti italiani. 

La campagna elettorale

Nell'ultimo dibattito fra i candidati, Costa non ha risparmiato frecciate e critiche ai leader degli altri partiti della coalizione. Il suo obiettivo è quello di confermare l'equilibrio attuale: mantenere l'appoggio parlamentare delle altre forze di sinistra senza che queste abbiano eccessiva voce in capitolo.

I problemi del Paese

A preoccupare i vertici dello Stato è il costante invecchiamento demografico del Paese, dopo l'emigrazione negli ultimi anni dei cittadini più giovani in cerca di opportunità lavorative all’estero. Negli ultimi mesi i cittadini hanno manifestato per denunciare mancati investimenti pubblici nelle infrastrutture, nei servizi pubblici di base e a tutela dell'ambiente, contratti di lavoro molto precari, mancato aumento degli stipendi per alcune categorie professionali - tra cui gli autotrasportatori - e crisi abitativa, con prezzi delle case alle stelle.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento