Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Stretta di PornHub dopo le denunce di abusi su minori: basta video amatoriali e non verificati

Sarà vietato anche il download, per evitare che eventuali filmati non autorizzati possano continuare a circolare anche una volta segnalati e cancellati

I video amatoriali e non verificati non saranno più ammessi su PornHub, la più popolare piattaforma della pornografia online a livello mondiale. Il sito ha deciso di cambiare le sue regole e renderle più stringenti dopo che un articolo del New York Times ha denunciato che sulla piattaforma, su cui come in YouTube gli utenti possono caricare i propri video, erano reperibili anche quelli di stupri e sesso con minori.

La stretta

"Oggi stiamo compiendo passi importanti per proteggere ulteriormente la nostra comunità", afferma il colosso online della pornografia in una nota in cui spiega che a breve permetterà "solo agli utenti correttamente identificati di caricare contenuti". La società ha inoltre vietato i download dei video, per evitare una loro circolazione incontrollata, e ha annunciato miglioramenti nella moderazione. L'articolo del New York Times sosteneva che sui 6,8 milioni di video caricati ogni anno su portale, anche se "la grande maggioranza probabilmente coinvolge adulti consenzienti”, ce n'erano anche “molti che riprendono abusi sui minori e rapporti non consensuali". Un'accusa che l'azienda aveva inizialmente definito "irresponsabile e palesemente falsa". Lo scandalo aveva portato anche la Mastercard a chiedere di rivedere i termini del loro accordo di collaborazione per il servizio Premium che è a pagamento.

Le denunce delle associazioni

Come riporta il Guardian Pornhub ha sempre insistito che le sue procedure per fermare i contenuti illegali erano robuste ma il sito, che è di proprietà della società Mindgeek, è stato criticato per le funzionalità che consentono agli utenti di caricare pornografia hardcore ed estrema senza sufficienti controlli di identità, cosa che adesso dovrebbe essere vietata e dal prossimo anno per inserire contenuti si dovrà seguire un rigoroso processo di registrazione. Anche il download dei video era stato criticato da associazioni come Not Your Porn, che denunciavano che alcuni video pubblicati senza il consenso dei protagonisti, anche se rimossi dalla piattaforma, potevano così continuare a girare incontrollati. Adesso sarà possibile scaricare i filmati solo ad alcuni particolari utenti che si registreranno a uno specifico programma a pagamento,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta di PornHub dopo le denunce di abusi su minori: basta video amatoriali e non verificati

Today è in caricamento