rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Varsavia / Polonia

La Polonia "spegne" la tv dell'opposizione, l'Ue: "Preoccupati"

Il governo ha approvato una legge che di fatto colpisce il canale televisivo Tvn24, di proprietà Usa e critico nei confronti della maggioranza. Proteste in varie città

I polacchi sono tornati a scendere in piazza per protestare contro il governo di centrodestra guidato dal PiS. Dopo lo Stato di diritto e la legge anti-aborto, stavolta le proteste hanno riguardato la legge, voluta dall'esecutivo e approvata dal Parlamento, che costringerebbe il proprietario americano della più grande emittente privata del Paese, Tvn, a vendere la sua quota di maggioranza. Secondo i manifestanti, si tratta di un'azione mirata a colpire uno dei pochi media non allineati al governo. 

La legge vieta alle entità al di fuori dell'Ue e dei Paesi aderenti allo Spazio economico europeo (Norvegia, Islanda e Liechtenstein) di possedere media polacchi. Tvn, che è di proprietà dellla statunitense Discovery e che è spesso critica nei confronti del governo, dovrebbe dunque vendere le sue quote di maggioranza. Adesso, l'ultimo passo prima dell'entrata in vigore della nuova normativa è la firma del presidente Duda, anch'esso esponente del PiS. 

La Commissione europea ha espresso "preoccupazione" e "si attende che le politiche e la legislazione degli Stati membri non abbiano alcun impatto negativo sull'impegno ad avere un settore dei media libero e diversificato. La Commissione ha espresso preoccupazioni sulla libertà dei media in Polonia e più specificamente su questa legge e sul caso di Tvn24 nel suo rapporto sullo Stato di diritto". Per l'esecutivo Ue "la legge potrebbe comportare il cambiamento forzato della proprietà di media in Polonia e pone gravi rischi per la libertà di stampa e il pluralismo in Polonia. Potrebbe limitarla, in un panorama dei media che già soffre per una crescente politicizzazione. Il progetto di legge non è ancora legge: continueremo a seguire gli eventi con attenzione", ha concluso un portavoce di Bruxelles.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polonia "spegne" la tv dell'opposizione, l'Ue: "Preoccupati"

Today è in caricamento