Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

"Vaccino anti-Covid solo a chi lo vuole, no obblighi", l'annuncio del premier polacco

Il partito di maggioranza, il Pis, non vuole scontentare l'ampio fronte no-vax, alimentato anche da motivazioni religioso. Ma nel Paese cresce anche il fronte dei negazionisti che protesta contro il governo per le misure restrittive adottate

Il vaccino contro il coronavirus sarà accessibile a ogni cittadino polacco su base volontaria. Niente obblighi, dunque. E' quanto ha annunciato (o sarebbe meglio dire, ri-annunciato) il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki.

No obbligo vaccino

In un messaggio su Facebook il premier ha scritto che "grazie agli accordi sottoscritti assieme ad altri Paesi Ue" la Polonia ha "il diritto di utilizzare il vaccino non appena sarà accessibile". Un riferimento alle indiscrezioni secondo cui le prime dosi dei vaccini potrebbero essere accaparrate dai Paesi più ricchi, che avrebbero sottoscritto accordi bilaterali con le case farmaceutiche. Morawiecki ha assicurato che il governo sta lavorando alla logistica e alla distribuzione dello stesso. Le dosi arriveranno innanzitutto "ai nostri anziani, al servizio sanitario e ai corpi civili e militari", ha continuato il capo dell'esecutivo. Sempre che questi soggetti vogliano vaccinarsi. 

Una questione politica...

Del resto, il Pis, il partito del premier e alleato di Fratelli d'Italia in Europa, corteggia da tempo l'ampio movimento No-Vax polacco. Lo ha fatto Andrzey Duda durante le elezioni che questa estate lo hanno confermato alla presidenza della Polonia. "Sono contrario all'obbligo", aveva detto a chi gli chiedeva quale sarebbe stato il suo atteggiamento nei confronti del futuro vaccino anti-Covid. "Personalmente, non mi vaccino mai contro l'influenza", aveva aggiunto. 

Parole che avevano fatto infuriare la comunità scientifica. Secondo Marcin Zaród, sociologo della scienza all'Università di Varsavia, il numero di neonati polacchi con genitori che rifiutano le vaccinazioni per motivi non medici è di circa 50mila l'anno. "Ogni volta che qualcuno con autorità dice ciò che ha detto il presidente Duda, il numero di persone che rifiutano le vaccinazioni aumenta”, ha dichiarato con amarezza Tomasz Dzieciatkowski, virologo dell'Università medica di Varsavia".

...e religiosa

Dietro il movimento No-Vax polacco vi sono anche questioni religiose. Nel 2017, l'associazione Stop Nop ha presentato 121mila firme al Parlamento polacco  per chiedere l'abolizione dell'obbligo vaccinale. Fra le richieste, quella di imporre ai produttori di fornire "informazioni sui tipi di vaccini e su quali sono ricavati da linee cellulari fetali derivate da aborti". Già, perché alla base dell'antivaccinismo di molti gruppi religiosi (non solo in Polonia) ci sarebbe infatti il timore che alcuni vaccini siano ottenuti da feti abortiti. Secondo un sondaggio recente, circa il 40% dei polacchi reputa che i vaccini costituiscano un problema e molti di loro citano proprio ragioni religiose.

Il fronte negazionista

Il Pis, punto di riferimento dei cattolici polacchi più ortodossi, liscia il pelo al sentimento no-vax e si guarda bene dal cambiare atteggiamento anche adesso che il Paese è travolto dall'epidemia di Covid-19. Tanto più che le misure anti-pandemia che il governo di Varsavia si è visto costretto a mettere in campo per evitare il collasso del sistema sanitario hanno messo in crisi i rapporti con l'elettorato di destra. Ieri, centinaia di nazionalisti sono scesi in strada nella Capitale in barba ai divieti e per festeggiare il 102/imo anniversario dell'indipendenza della Polonia. Il corteo si concluso con scontri violenti con la polizia che hanno portato a decine di feriti, compresi giornalisti, e 36 arresti. Un razzo sparato da un manifestante ha provocato l'incendio di una abitazione: "Dobbiamo prendere sulle nostre spalle la croce di Cristo e diventare i suoi nuovi cavalieri" ha detto all'inizio Robert Baczkiewicz, capo dell'associazione Marcia dell'Indipenenza, che ha organizzato l'evento, rivolgendosi agli ultrà presenti e invitandoli - come ai tempi delle crociate - a "conquistare Gerusalemme." 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vaccino anti-Covid solo a chi lo vuole, no obblighi", l'annuncio del premier polacco

Today è in caricamento