Italia patria dell'accoglienza Ue? In Polonia migranti 'legalizzati' il triplo rispetto a noi

E' quanto emerge dai dati Eurostat. Nel 2018, l'ex Paese del blocco sovietico ha rilasciato il maggior numero di permessi di soggiorno a cittadini extracomunitari. A seguire Germania, Regno Unito, Francia e Spagna

L'Italia sarà pure tra i Paesi europei in prima linea nella gestione dei flussi migratori, ma in quanto ad accoglienza non siamo neppure sul podio Ue. Almeno stando ai dati dell'Eurostat sui permessi di soggiorno rilasciati dagli Stati membri a cittadini di nazionalità extracomunitaria. Nel 2018, infatti, il titolo di Paese più accogliente è andato alla Polonia, che ha rilasciato ben 635mila permessi, che rappresentano il 20 per cento di tutte le autorizzazioni rilasciate nel 2018 dai Paesi Ue. Quasi un triplo di quelle concesse dall'Italia.

In Italia, 4 ogni 1000 abitanti

Il Belpaese, infatti, si piazza al sesto posto con 239mila permessi, preceduto da Germania (544mila), Regno Unito (451mila), Francia (265mila) e Spagna (260mila). Se poi si guarda ai permessi rilasciati rispetto alla popolazione, l'Italia si piazza in fondo alla classifica con appena 4 regolarizzazioni ogni 1000 abitanti. Peggio di noi solo Grecia, Estonia, Bulgaria e Slovacchia. In testa ci sono Malta (35 permessi ogni 1000 abitanti), Cipro (24) e ancora la Polonia (17).

Per lavoro in Polonia, per istruzione nel Regno Unito

Il record della Polonia è legato soprattutto ai permessi per lavoro: 328mila, il 37% di tutti quelli rilasciati nell'Ue nel 2018 per motivi occupazionali. Il Regno Unito, invece, è il Paese che ha rilasciato più permessi di studio (190mila). In Italia, invece, quasi la metà dei permessi è stata concessa per motivi famigliari (122mila). La Germania, dal canto suo, ha il record di permessi di soggiorno per ragioni di protezione internazionale o motvi umitari (219mila). Sotto questo punto di vista, l'Italia si piazza al terzo posto (81mila) preceduta dalla Polonia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli ucraini il numero più alto di permessi

Nel 2018, i cittadini ucraini (527mila, di cui quasi il 78% in Polonia) hanno continuato a ricevere il maggior numero di permessi nell'Ue, davanti ai cittadini della Cina (206mila, di cui quasi la metà nel Regno Unito), India (197mila), Siria (174mila, di cui il 71% in Germania), Bielorussia (138mila) e Marocco (127mila). Nella top ten anche cittadini provenienti da Stati Uniti, Brasile, Turchia e Russia. Circa la metà (54%) di tutti i permessi rilasciati nell'Ue riguardavano cittadini di questi dieci Paesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento