menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La ricetta per sconfiggere solitudine e sedentarietà? Giocare a Pokémon Go

Secondo i ricercatori della City University of London non solo il gioco non è passato di moda, ma ha 5 milioni di utenti fedeli e sta cambiando la vita della gente

Appena uscì il gioco per smartphone basato sulla realtà aumentata geolocalizzata Pokémon Go era diventato una vera e propria mania. Dopo due anni non solo non è passato di moda ma sta modificando le abitudini di vita dei giocatori aiutandoli a superare solitudine e sedentarietà. Lo afferma uno studio della City University of London che è stato raccontato di un articolo pubblicato sul sito The Conversation, dal titolo Pokémon Go is not dead, it has 5m loyal players and it's changing people's lives (Pokémon Go non è morto, ha 5 milioni di utenti fedeli e sta cambiando la vita della gente), scritto da uno degli autori della ricerca.

Il gioco dopo la sua uscita nel 2016, ha subito un calo del suo utilizzo più tardi, nello stesso anno. Nonostante ciò, Pokémon Go rimane uno delle più famose applicazioni geolocalizzate, con più di 800 milioni di download e una schiera di 5 milioni di utenti fedeli.   I ricercatori dell'università inglese hanno scoperto che giocare a Pokémon Go, per un ampio numero di giocatori voleva dire essere diventati più attivi fisicamente e passare più tempo all'aperto. Un buon numero di persone affette da disabilità fisiche ha riferito che giocare a Pokémon Go le aveva aiutate a sconfiggere abitudini di sedentarietà ormai consolidate.

I giocatori hanno affermato che, per esempio, avevano deciso di recarsi al lavoro a piedi, così da poter continuare a giocare, invece di usare altre tipologie di trasporto. Alcuni utenti si sono casualmente ritrovati in posti inaspettati e sconosciuti. Il che è in disaccordo con un altro recente studio sul gioco Foursquare, che conduceva invece la gente verso bar e ristoranti. Mentre l'entusiasmo per Foursquare si era esaurito, Pokémon Go offriva agli utenti un'esperienza più duratura e completamente nuova.   "La nostra ricerca rivela com'è cambiato il rapporto fra lo spazio fisico e la sovrapposizione con il digitale. Le nuove applicazioni geolocalizzate come Pokémon Go rendono possibile più dinamicità nella relazione fra il fisico e il digitale, ed è precisamente questo dinamismo a far sì che i giocatori continuino a giocare", ha dichiarato il Michael Saker, uno degli autori dello studio.  

Alcuni utenti hanno anche detto che il gioco aveva portato nuove opportunità per passare del tempo assieme con la propria famiglia. Gli utenti hanno riportato che avevano iniziato a giocare al gioco perché trovavano che fosse una buona attività per i propri figli, ma avevano poi scoperto che offriva una nuova esperienza multimediale collettiva.   I ricercatori hanno raccolto i dati attraverso un sondaggio online di 30 minuti, che è stato completato da 375 utenti di Pokémon Go in tutto il mondo. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista accademica Mobile Media & Communication.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento