rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Il caso / Canada

Influencer noleggiano aereo e organizzano un party in volo: ora rischiano il carcere

Una festa senza mascherine con musica e balli documentati dai video condivisi sui social. Ma i superalcolici e le ‘svapate’ ad alta quota rischiano di costare caro agli ex divi del web

“È uno schiaffo in faccia vedere persone che mettono a rischio i propri concittadini e i lavoratori delle compagnie aeree con comportamenti completamente irresponsabili”. Le parole di fuoco del premier canadese Justin Trudeau sono indirizzate al gruppo di influencer che hanno noleggiato un aereo privato della compagnia Sunwing per viaggiare il 30 dicembre da Montreal a Cancun. Atterrati nella città messicana, i divi di Instagram sono caduti vittima della loro stessa vanagloria. I video girati durante il volo avevano già fatto il giro del mondo. 

A bordo dell’aereo privato, come documentato dagli stessi influencer, le mascherine obbligatorie erano pressoché assenti. Mentre i re dei social cantavano, saltavano e ballavano nel corridoio dell’aereo, le bottiglie di superalcolici giravano di mano in mano e di bocca in bocca senza alcun rispetto delle più elementari norme igieniche, prima ancora che anti-Covid. Nelle ‘stories’ condivise su Instagram, si notano anche alcuni partecipanti al party che ‘svapano’ sigarette elettroniche, ennesima infrazione di un divieto vigente a bordo di tutti i voli. 

Dopo l’indignazione sui social per i video pubblicati dagli stessi protagonisti del party ad alta quota in barba a tutte le regole sul Covid, e non solo, la compagnia Sunwing ha cancellato il volo di rientro dei partecipanti, mentre l’azienda Air Transat ha fatto sapere che alcuni influencer avevano cercato invano di imbarcarsi sui loro voli. Ad oggi il gruppo di vacanzieri è oggetto di indagine da parte di Transport Canada, dipartimento governativo responsabile per la sicurezza in volo. Ciascuno di loro rischia una multa fino a 5 mila dollari per ogni infrazione commessa durante il viaggio, mentre se si dovesse accertare che alcuni comportamenti hanno messo a repentaglio la sicurezza del volo, gli influencer rischierebbero persino una pena detentiva.

Quest’ultima conseguenza potrebbe verificarsi anche qualora i protagonisti della vicenda dovessero cercare di imbarcarsi su un volo fornendo informazioni false, ad esempio mettendo nero su bianco di aver rispettato le norme sul distanziamento sociale nelle ultime settimane. Ai primi messaggi di scuse da parte degli influencer sono seguite delle vere e proprie fughe dai social per gli ex divi del web che, attualmente, sarebbero impegnati nella disperata ricerca di un modo per tornare a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influencer noleggiano aereo e organizzano un party in volo: ora rischiano il carcere

Today è in caricamento