rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Lo studio

"Parassiti in alcuni pesci di allevamento": l'allarme Ue. Quali sono

L'autorità europea per la sicurezza alimentare mette in guardia sui potenziali rischi per la salute di alcune specie ittiche allevate: "Servono più dati per stabilire malattie specifiche"

In alcuni pesci allevati in Europa è stata riscontrata la presenza di parassiti come l'Anisakis, che possono comportare rischi per la salute. È quanto scrive l'Efsa, l'agenzia Ue per la sicurezza alimentare, in un parere scientifico pubblicato sul suo sito web.

Stando alle analisi degli esperti dell'ente con sede a Parma, buona parte dei pesci più comunemente allevati e consumati nell'Unione europea "non presentano segni di parassiti che possano infettare l'uomo, ma in alcune specie d'allevamento ne sono stati rinvenuti". Parassiti come Anisakis e altri sono stati trovati nella spigola europea e nel tonno rosso dell'Atlantico, così come nel tonno, nel merluzzo e nella tinca, che sono allevati in gabbie aperte al largo o in stagni a flusso continuo.

L'Efsa ha potuto escludere, di contro, la presenza di "infezioni parassitarie zoonotiche" in diverse specie: "salmone atlantico, trota iridea, orata, rombo, ombrina, ippoglosso atlantico, carpa e pesce gatto europeo". Inoltre, segnala l'agenzia Ue, il pesce prodotto in sistemi di acquacoltura chiusi a ricircolo con immissione di acqua filtrata, riscaldamento e mangimi trattati sono quasi certamente esenti da parassiti rischiosi per l'uomo.

Gli esperti hanno concluso che sono necessari più dati per stimare malattie specifiche in specie ittiche, sistemi di allevamento e aree di produzione. Entro fine anno, inoltre, l'Efsa determinerà se la presenza di parassiti riguarda anche i pesci selvatici di determinate zone di pesca. 

Dal 2010 alla fine del 2023, si legge nel parere, ci sono state 544 notifiche agli Stati europei relative a pesci (pescati o allevati) immessi sul mercato ma potenzialmente rischiosi per la salute umana. Con 274 notifiche, l'Italia è il Paese Ue che ha ricevuto il maggior numero di notifiche (50,37% del totale), seguita dalla Spagna con 113 notifiche (20,77% del totale).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parassiti in alcuni pesci di allevamento": l'allarme Ue. Quali sono

Today è in caricamento