Padoan: “E' ora che i giganti del web paghino”

Il ministro dell'Economia all'Ecofin in Lussemburgo: “Volontà unanime tra i Paesi Ue”

Il ministro Padoan con il commissario Ue Moscovici / European Council

Avanti tutta vero l'imposizione di una web tax ai giganti del web. Il ministro del'Economia, Pier Carlo Padoan, ha affermato che all'Ecofin di oggi in Lussemburgo è stata "ribadita la volontà unanime" dei ministri delle Finanze dei Paesi Ue "di andare avanti" con l'applicazione di una tassa sul fatturato delle aziende dell'economia digitale, una tassa che superi il principio di residenza fisica permanente, e che quindi permetta di raggiungere anche quelle aziende che hanno una sede fiscale in un Paese non membro dell'Unione. "La Commissione europea sta esaminando le diverse opzioni sul tavolo" ha aggiunto Padoan, che ha espresso "l'auspicio che possa avvenire anche in contesto Ocse e di G20".

“È giunta l'ora che i giganti del web contribuiscano", aveva detto Padoan, in mattinata dopo aver partecipato al vertice dei ministri economici del Pse a Bruxelles. Per il titolare di via XX Settembre è cruciale trovare "il giusto livello di tassazione" per i business tradizionale e digitale. I profitti, ha sottolineato “vanno tassati laddove sono generati", e se sono generati in Europa è qui che devono essere tassati. Alla riunione dei socialisti hanno partecipato tra gli altri il commissario francese agli Affari economici Pierre Moscovici, l'olandese presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, il greco George Houliarakis, il portoghese Ricardo Mourinho Felix, lo slovacco Peter Kazimir e la svedese Magdalena Andersson. Per i ministri dell'Economia socialisti, che hanno evidenziato i benefici che provengono dall'economia digitale, “serve urgentemente urgente" un quadro fiscale per questo comparto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • Niente sci per i turisti: l’Austria cede alla pressione di Italia, Francia e Germania

Torna su
EuropaToday è in caricamento