L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

Mentre quasi in tutta Europa ne è stato imposto l'uso all'interno di negozi e supermercati, compresi alcuni spazi all'aperto, il governo dei Paesi bassi resta inamovibile: "Consigliata solo per i trasporti pubblici". In aumento i contagi di coronavirus

Un uomo indossa la mascherina ad Amsterdam

Mentre il resto d'Europa, in ritardo rispetto a Paesi come Italia, ne sta estendendo sempre più l'obbligo per paura di una seconda ondata di coronavirus, l'Olanda resta inamovibile e dice no all'imposizione della mascherina nei luoghi pubblici. "Da un punto di vista scientifico, non ci sono prove di un effetto medico derivante dall'indossare maschere per il viso, quindi abbiamo deciso di non imporre un obbligo nazionale", ha dichiarato la ministra olandese della Sanità, Tamara van Ark. 

La dichiarazione di van Ark è arrivata a margine di un incontro con esperti e sindaci organizzato dopo che i Comuni di Amsterdam e Rotterdam, in contrasto con le indicazioni nazionali, hanno reso obbligatorio l'uso delle mascherine in alcune aree affollate come risposta all'aumento dei contagi. Nel resto del Paese, l'obbligo riguarda solo i trasporti pubblici, nonostante diversi virologi abbiano invitato le autorità sanitarie a rivedere le prescrizioni. 

Non è dello stesso avviso il board di esperti del governo, come il virologo Jaap van Dissel del Rivm, l'istituto nazionali di sanità, secondo cui le maschere possono portare a un falso senso di sicurezza spingendo le persone a mantenere meno la distanza. Molte persone potrebbero indossarlo in modo errato e toccarlo con le mani sporche, aumentando così il rischio di infezione, ha aggiunto. Ci sono persino motivazioni legali, secondo alcuni giuristi: il professore Jan Brouwer, per esempio, sostiene che una eventuale estenzione dell'obbligo della mascherina vada contro la Costituzione di un Paese che ha fatto del liberalismo uno dei suoi tratti distintivi.

Mascherina o meno, l'Olanda sta facendo i conti con un aumento dei contagi: nell'ultima settimana sono stati segnalati quasi 1.400 nuovi casi di Covid-19, ovvero 342 in più rispetto alla settimana precedente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Il 2020 è anche l'anno dell'elezione di Adolf Hitler (in Namibia)

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Recovery Fund senza Polonia e Ungheria: la minaccia di von der Leyen

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

Torna su
EuropaToday è in caricamento