rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Impennata di casi in Olanda, in arrivo un coprifuoco parziale di almeno tre settimane

L'annuncio previsto per questa sera: chiusura di bar e ristoranti alle sette e basta pubblico agli eventi sportivi

I tempi della linea morbida sembra soltanto un lontano ricordo. L'Olanda, travolta da una nuova ondata di casi e con il Paese che è sotto la media europea per quanto riguarda le vaccinazioni, si avvia verso un nuovo lockdown, seppur parziale. L'annuncio del premier ad interim Mark Rutte è atteso per stasera, ma i media locali sono tutti concordi nell'anticipare che la stretta ci sarà.

Tra le misure che ci si attende un coprifuoco per i locali, con la chiusura anticipata alle sette di sera di bar e ristoranti e di tutti i negozi "non essenziali", e poi la chiusura al pubblico di tutti gli eventi sportivi senza pubblico per almeno tre settimane. A chi può verrà chiesto di lavorare da casa e si chiederà di limitare a quattro il numero degli ospiti che si possono invitare a casa. Scuole, teatri e cinema dovrebbero peròrimanere aperti.

Proprio la scorsa settimana il governo di Amsterdam aveva reintrodotto le mascherine ed ampliato la lista dei locali per il cui accesso veniva richiesto il Green Pass. Nonostante il tasso di vaccinazione fra i maggiorenni abbia raggiunto l'85 per cento, in alcune zone del Paese si è registrato un forte aumento dei ricoveri; il 56 per cento dei pazienti ordinari e il 70 per cento di quelli in terapia intensiva risultavano non vaccinati o solo parzialmente.

Il Paese inizierà a offrire le terze dosi agli ultraottantenni a partire da dicembre, poi il richiamo sarà in seguito reso disponibile per tutte le persone sopra i sessant'anni. Per dare un'idea della violenza con la quale si sta propagando il nuovo coronavirus in Olanda basti osservare che, in un paese di 17,44 milioni di abitanti, negli ultimi 28 giorni si sono contate più di 271mila infezioni, contro le 184mila della Francia, che ha più di 67 milioni di abitanti, e le 125mila dell'Italia. In una simile contingenza, il sistema sanitario registra una situazione di forte stress tanto che gli ospedali della provincia meridionale del Limburgo, la regione olandese più colpita, hanno lanciato l'allarme all'inizio di questa settimana in una lettera al ministero della Salute, nella quale è scritto senza mezzi termini che "stiamo andando dritti verso un blocco sanitario e l'intero sistema si sta fermando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impennata di casi in Olanda, in arrivo un coprifuoco parziale di almeno tre settimane

Today è in caricamento