Eutanasia anche ai bambini di 1 anno, l'ok dell'Olanda

Dopo mesi di dibattito, il governo ha dato il via libera alla legge che consentirà ai medici di sopprimere i malati terminali di età compresa tra uno e 12 anni. Una pratica già in uso in Belgio

Anche i malati terminali di età compresa tra 1 e 12 anni potranno accedere all'eutanasia volontaria. È quanto ha stabilito il governo olandese dopo mesi di dibattito all'interno della coalizione. "Aiuteremo quei bambini malati terminali che vivono senza speranze e tra sofferenze insopportabili", ha detto il ministro della Salute, Hugo de Jonge.

L'Olanda non è il primo Paese europeo ad aver autorizzato l'eutanasia per i bambini: in Belgio, dove una legge simile è in vigore dal 2014, due bambini di 9 e 11 anni hanno avuto accesso alla morte volontaria assistita. Nei Paesi bassi, finora, era possibile chiedere l'eutanasia dai 13 anni in su e, se di età inferiore ai 18 anni, con il consenso dei genitori. 

Adesso, la nuova legge consentirà a un gruppo ristretto di bambini malati terminali di ricevere lo stesso trattamento. Secondo le stime del governo si tratta tra i 5 e i 10 bambini under12 all'anno. Diversi studi hanno messo in luce come la mancata possibilità di una morte assistita abbia costretto diversi bambini a patire enormi sofferenze prima del decesso naturale. Contro queste evidenze, si sono schierati i partiti di governo di ispirazione cristiana, ma alla fine il premier Mark Rutte ha deciso di far passare la legge. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Olanda, l'eutanasia è ormai una realtà consolidata: l'anno scorso, scrive il Guardian, ci sono stati 6.361 casi di eutanasia, poco più del 4% delle morti totali del Paese. Di questi, il 91% era per condizioni mediche terminali. Il resto dei casi di eutanasia coinvolge gravi malattie psichiatriche. Due anni fa, il caso di Aurelia Brouwers, 29enne che aveva più volte tentato il suicidio, ha innescato un dibattito quando la sua decisione di morire con l'eutanasia è stata raccontata da un documentario della tv olandese RTL Nieuws. Brouwers è stata filmata per due settimane prima della sua morte, anche durante una visita al crematorio che aveva scelto per il suo funerale. I suoi medici erano contrari all'eutanasia, ma non quelli di una clinica privata specializzata nel fine vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento