rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Il caso / Paesi Bassi

Il governo olandese usa una società offshore per comprare un quadro di Rembrandt

La transazione da 175 milioni di euro: “È così che si combatte l’elusione fiscale?”

Avvantaggiarsi del fisco ‘light’ di un paradiso fiscale per avere un pezzo di patrimonio artistico nazionale. Il governo olandese è finito sotto accusa per l’acquisto di un capolavoro di Rembrandt attraverso una società registrata nelle Isole Cook, un noto paradiso fiscale. La transazione, ancora non ultimata, ha ricevuto l'ok dei parlamentari nelle ultime ore. Lo Stato olandese, secondo quanto riportato, comprerà il dipinto dalla famiglia Rothschild per 175 milioni di euro. 

La tela ultimata dal pittore olandese nel 1636 s’intitola The Standard Bearer, l’alfiere, e raffigura un autoritratto dello stesso Rembrandt. Per secoli, il capolavoro è stato di proprietà di collezionisti privati, tra cui il re d'Inghilterra Giorgio IV e, dal 1844, la famiglia Rothschild.

Il direttore del Rijksmuseum di Amsterdam, Taco Dibbits, a inizio dicembre aveva spiegato che avrebbe “fatto l’impossibile” per avere l’opera. Pochi giorni prima era infatti arrivata la notizia che il dipinto sarebbe stato messo in vendita dopo che il governo francese aveva deciso di non acquistarlo dagli attuali proprietari della famiglia Rothschild. "Si tratta di un'opera unica che appartiene alla top 10 della sua categoria. L'autoritratto è, infatti, la sua svolta artistica prima della Ronda di notte”, uno dei maggiori capolavori del maestro olandese, ha ricordato il direttore del museo. “Un quadro profondamente radicato nella cultura e nella storia olandesi e che simboleggia il ribellione del pittore e del suo Paese”.

Motivi nobili che hanno spinto il governo olandese a stanziare 150 milioni di euro per acquistare il dipinto, mentre i restanti 25 milioni arriveranno dall’Associazione Rembrandt e dal Rijksmuseum. L'approvazione del Senato - arrivata ieri mattina - era l'ultimo ostacolo alla transazione, che verrà ultimata entro le prossime quattro settimane. Ma al sì dei parlamentari sono seguite le polemiche. 

“Come si collega questa transazione alla politica del governo olandese di combattere l'elusione fiscale?”, hanno chiesto in Aula alcuni esponenti dell’opposizione. Mentre lo Stato fa uso di società di comodo per acquistare un dipinto, è stata l’accusa mossa dal parlamentare indipendente Henk Otten, “le piccole e medie imprese e i liberi professionisti che sono in ritardo di un giorno con la dichiarazione Iva riceveranno immediatamente una pesante multa”. Critiche alle quali il governo ha replicato ricordando il valore inestimabile dell’opera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il governo olandese usa una società offshore per comprare un quadro di Rembrandt

Today è in caricamento