Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

L'Olanda torna a chiudere le discoteche: le aveva riaperte appena un mese fa

L'aumento dei contagi di Covid ha spinto il governo a fare marcia indietro e a decretare un nuovo coprifuoco. Anche in Spagna si pensa a una stretta sui locali notturni

Dopo poco più di un mese dallo stop al coprifuoco che ha consentito la riapertura di club e discoteche, l'Olanda decreta un nuovo coprifuoco a partire da mezzanotte, che di fatto costringerà questa attività a serrare i battenti. E lo stesso sta avvenendo in Spagna: dopo la Cantabria, anche la Catalogna ha deciso di riattivare la stretta sui locali notturni. Una stretta che gli esperti del governo di Madrid suggeriscono di estendere a tutto il Paese, tornato a colorarsi di rosso a causa dell'aumento dei contagi da Covid-19.

Anche l'Olanda deve fare i conti con una crescita vertiginosa delle nuove infezioni: l'ultimo bollettino del Rivm, l'istituto sanitario nazionale, registra oltre 10mila nuovi contagi in meno di 24 ore. Si tratta del dato più alto da dicembre. Certo, grazie alle vaccinazioni, la nuova ondata non si sta traducendo in un parallelo aumento esponenziale di ricoveri e morti. Ma il problema resta, soprattutto per le categorie più a rischio. Lo ha detto chiaramente il premier Mark Rutte, che lo scorso 26 giugno aveva allentanto le misure per bar, pub e discoteche, togliendo il tanto contestato coprifuoco. Ma che adesso è stato costretto a fare marcia indietro: "Il nostro obiettivo è proteggere le persone con condizioni di salute vulnerabili e il servizio sanitario, nonché causare il minor danno possibile all'economia e alla società", ha affermato Rutte. "Non si tratta di incolpare un particolare gruppo di età o settore", ha aggiunto riferendosi a coloro che hanno puntato il dito contro i giovani e l'horeca.

Le critiche nei giorni scorsi erano arrivati dai tour operator, secondo cui il liberi tutti avrebbe avuto come conseguenza una riduzione delle prenotazioni delle vacanze: con i contagi nuovamente in aumento, sempre più olandesi hanno rinunciato a viaggiare per paura di venire messi in quarantena all'arrivo nel luogo di vacanza. Il governo sembra avere ascoltato queste critiche, oltre che i consigli degli esperti sanitari, e ha decretato un nuovo coprifuoco, lo stop ai grandi eventi, il ritorno del distanziamento di almeno 1,5 metri tra i tavolini all'aperto e la chiusura di club e discoteche. Si potrà andare in teatro o all'aperto, ma solo se si ha un test che dimostri di essere negativo al Covid. La mossa, chiaramente, non è andata giù all'horeca, che si è sentita tradita e che aveva scommesso sul ritorno dei clienti in estate.  Le nuove regole resteranno in vigore fino al 14 agosto.

In Spagna la situazione è ancora più critica che in Olanda. E per questa ragione gli esperti del governo hanno invitato l'esecutivo a “chiudere i locali notturni” in modo “urgente” per “mitigare l’aumento esponenziale dei casi", stando a un documento reso noto da El Mundo. Gli esperti ritengono necessario anche “limitare le ore notturne all’interno di quei locali  in cui non può essere garantito il rispetto delle misure di prevenzione” e “sopprimere gli eventi di massa se le misure di prevenzione non possono essere garantite”, oltre a “valutare l’istituzione di limitazioni notturne per la mobilità”. Per il momento, il premier Pedro Sanchez, impegnato in un rimpasto di governo, non ha comunicato l'intenzione di cambiare la linea soft che ha permesso il ritorno di massa dei turisti.

Ma proprio le mete turistiche spagnole stanno riattivando le restrizioni alla vita notturna. In diverse aree del Nord del Paese è tornato il coprifuoco, con conseguente chiusura dei locali notturni. E lo stesso ha deciso la Catalogna in queste ore: le discoteche (tranne quelle aperte) saranno chiuse a partire da questo fine settimana e sarà necessario un test Covid-19 negativo o una prova di vaccinazione per partecipare alle attività all'aperto che coinvolgono più di 500 persone. "La pandemia non è finita, le nuove varianti sono molto contagiose e abbiamo ancora segmenti significativi della popolazione che non sono vaccinati", ha detto in conferenza stampa Patricia Plaja, portavoce del governo regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Olanda torna a chiudere le discoteche: le aveva riaperte appena un mese fa

Today è in caricamento