rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
La sentenza

In Olanda l'acqua non è un diritto dei bambini se i genitori non la pagano

Una sentenza di un tribunale dell’Aia ha dato torto alle associazioni in difesa dei minori e dei diritti umani

L'acqua per i bambini non è un diritto, se i genitori non pagano le bollette. È quanto hanno stabilito i giudici di un tribunale dell’Aia che si sono espressi sullo stop alla fornitura idrica alle famiglie che non riescono a sostenere le spese. A sollevare il caso erano state l’organizzazione Defense for Children e l’associazione dei giuristi olandesi per i diritti umani. Secondo gli attivisti e gli avvocati, i bambini hanno sempre il diritto all'acqua pulita ai sensi della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia e della Convenzione europea sui diritti umani. 

La disputa legale, riferisce la testata online Dutchnews.nl, era iniziata nel 2020, quando le organizzazioni in difesa dei diritti dei minori avevano citato in giudizio due compagnie idriche e il governo olandese sostenendo che le famiglie con bambini non dovessero mai essere tagliate fuori dalla fornitura d’acqua corrente. 

Due anni dopo, il tribunale dell'Aia ha ritenuto che “in generale”, il taglio delle forniture idriche “non è illegale nei confronti dei bambini”. Pwn, una delle società idriche olandesi coinvolte nella causa, ha affermato che durante la pandemia nessuna famiglia è stata disconnessa dalla rete idrica. “Ogni persona tagliata fuori è una di troppo e lo facciamo con dolore”, ha affermato l'organizzazione. “In definitiva, il cliente pagante è vittima di persone che non possono o non vogliono pagare. L'acqua potabile è una necessità fondamentale a cui tutti hanno diritto e vogliamo mantenerla alla portata di tutti”, ha aggiunto l’azienda. 

Secondo il programma di attualità Een Vandaag, dalle 500 alle 750 famiglie olandesi subiscono ogni anno il taglio delle forniture d’acqua perché non riescono a pagare le bollette. Le compagnie idriche affermano che l'80% delle volte viene elaborato un piano di rimborso del debito e la fornitura viene ricollegata il giorno successivo. In risposta alla sentenza, associazioni in difesa dei diritti dei minori hanno fatto sapere che valuteranno l’eventualità di presentare un ricorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Olanda l'acqua non è un diritto dei bambini se i genitori non la pagano

Today è in caricamento